. Ieri pomeriggio scoperti addosso alla compagna di un detenuto ristretto alla casa circondariale di Secondigliano un cospicuo quantitativo di stupefacenti, due minitelefonini e relativi caricabatterie, accuratamente occultati nelle scarpe che la 50enne voleva attraverso i colloqui consegnare al compagno napoletano detenuto.La donna scoperta in flagranza di reato è stata arrestata dalle poliziotte penitenziarie e portata al carcere femminile di Pozzuoli.Il segretario regionale Osapp, ed il segretario provinciale Osapp , Castaldo Luigi si congratulano ancora una volta con le poliziotte ed i poliziotti penitenziari in servizio alla C.R. di Secondigliano comandati con deontologia e scrupolo dal comm.capo dott.A.Cicali, per la “brillante operazione messa a segno a discapito di una criminalità spudorata e senza morale che impiega le proprie donne come corrieri della morte macchiandole di gravi reati come spaccio o traffico di sostanze stupefacenti ed altro”.
Concludono il Palmieri e Castaldo che da tempo sollecitano l’Amministrazione ad intervenire con maggiori risorse e mezzi in campo per contrastare in tutta la regione ed in particolar modo nel napoletano questa grave piaga che oramai è all’ordine del giorno e che mette in serio pericolo la sicurezza all’interno dei penitenziari.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..