È della penisola sorrentina lo scenografo della XIII Conferenza internazionale degli ambasciatori e delle ambasciatrici d’Italia nel mondo in corso a Roma. Il suo nome è Francesco Filosa, ha 27 anni e ha progettato la scenografia della conference presso la sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica della Capitale dove il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale riunisce oltre 100 diplomatici insieme ad accademici, imprenditori, giornalisti, scienziati e personalità della società civile impegnata.
La scenografia progettata da Francesco Filosa per la Conferenza degli ambasciatori rispecchia il respiro internazionale del dialogo istituzionale. Le forme moderne, nette e totalizzanti che la caratterizzano si ispirano alla trasversalità dei rapporti diplomatici tra ambasciatori e istituzioni. Tre le postazioni collocate sulla scena e sovrastate da ledwall sagomati: al centro gli speech, nei lati musicisti e performance attoriali.
Le sfide della globalizzazione trovano quindi spazio quest’anno nella creatività di un giovane professionista della costiera, con la regia di Duccio Forzano e la direzione della fotografia di Marco Vignanelli.
Francesco Filosa si laurea con lode in scenografia alla Rome University of Fine Arts e inizia la sua carriera nello studio di Stefania Conti e presso lo studio Castelli. Collabora con società di produzione tra cui Endemol e Magnolia e, oltre ad aver fondato a Roma la casa di produzione Threeab, progetta scenografie per programmi televisivi, spettacoli teatrali, live show, eventi e film.

‘By the way’, una nuova serie con Salvatore Striano frontman ufficiale

Notizia Precedente

Aperta un’inchiesta sulla morte del bambino annegato in piscina durante una festa

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..

;