Sala Consilina. Aveva lasciato la sua abitazione a bordo di una Lancia Ypsilon e per tre giorni se n’erano perse le tracce: è stato ritrovato dalla polizia stradale nei pressi di Sala Consilina in stato confusionale e con l’auto in panne. Un’anziano 80enne residente a Montalto di Castro in provincia di Viterbo si era allontanato il 22 giugno scorso. I familiari avevano provato fin da subito, non vedendolo rientrare per ora di pranzo, a contattarlo sull’utenza cellulare, purtroppo con esito negativo. L’unico contatto telefonico rilevato era stata una telefonata ad una cugina residente nel paese di origine che, oltre a confermare la generica telefonata, non sapeva dove l’80enne si era diretto. Domenica 23 giugno la figlia non vedendolo rientrare aveva sporto denuncia di scomparsa al Comando Stazione Carabinieri di Montalto di Castro per la scomparsa del proprio congiunto. La donna aveva sostenuto di essere vivamente preoccupata poiché il padre non soffriva di malattie  psicofisiche e non assumeva alcun tipo di medicinale in grado di alterare le funzioni fondamentali del vivere quotidiano. I Carabinieri, dopo le attività di inserimento nella Banca Dati in uso alle Forze di Polizia della nota di rintraccio e l’attivazione del previsto protocollo d’intervento tramite la competente Prefettura, avevano iniziato le indagini per ritrovare lo scomparso.
Alle 4,05 di ieri mattina, il personale di una pattuglia della Polizia Stradale della Sottosezione di Sala Consilina ha trovato un’autovettura ferma sulla corsia di marcia al km 102+600 lungo la carreggiata sud dell’A/2 Autostrada del Mediterraneo. Immediatamente gli agenti hanno posto in condizioni di sicurezza l’autovettura in questione ed il suo conducente che è stato identificato: era proprio la persona scomparsa dalla provincia di Viterbo. Nelle fasi del controllo, l’anziano era in evidente stato confusionale non riuscendo ad avere l’esatta percezione del luogo ove si trovava. Dopo gli accertamenti di rito l’uomo è stato accompagnato, presso gli uffici della Sottosezione della Polizia Stradale di Sala Consilina per avvisare e rasserenare i congiunti nonché i militari dell’Arma dei Carabinieri. La figlia, avuta notizia del ritrovamento, è arrivata presso gli Uffici della Polstrada per abbracciare e riaccompagnare l’anziano padre a casa.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati