“Cristiano è forte perché ha sostituito in questo campionato l’allenatore con la sua presenza, perché l’allenatore più di quello che ha fatto in questi anni cosa doveva fare? Il motivatore vero è , è lui l’uomo spogliatoio”. E’ il commento del presidente del  Aurelio sulla prima stagione di Cristiano con la maglia bianconera. “Quando l’ho visto giocare con la sua Nazionale io l’ho visto seduto in panchina che guidava e gridava più dell’allenatore per farli vincere – ha proseguito il patron partenopeo a margine del forum ‘Il calcio che vogliamo’ organizzato al Corriere dello Sport a Roma – se è un rimpianto per me? Io non me lo posso permettere: i miei genitori mi hanno sempre insegnato che uno deve fare il passo secondo la propria gamba. Io non devo dimostrare niente a nessuno perché nella mia vita ho sempre avuto successo, dall’età di 25 anni quando feci il mio primo film”, ha concluso .



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Altro Calcio

Ti potrebbe interessare..