Casoria, attentato alla sede della Lega: fuoco davanti alla saracinesca della sede di via Tasso

Attentato contro la sede della Lega a Casoria: nella notte ignoti hanno dato fuoco alla saracinesca della sede del partito in via Tasso. “Di giorno festeggiano la libertà e di notte – scrive su Fb Gennaro Crispino, responsabile del partito – la osteggiano! Questo è il doppio volto dei nostri nemici. Vili, codardi, antidemocratici, che si sottraggono al confronto preferendo lo scontro”. Crispino, rivolto a chi ha provocato l’incendio dice: “Non ci fate paura ma non cadremo nella vostra trappola. Non ci abbasseremo al vostro livello!”. Alle autorità la richiesta, dopo la denuncia, “di fare al più presto luce sull’accaduto. Non arretreremo di un centimetro e ci batteremo ancora più con energia per ridare dignità, sicurezza e vivibilità ai cittadini di Casoria”. Davanti alla sede Crispino si è recato con l’avvocato Angela Russo, candidato sindaco di un centro destra (Lega, Fi, Udc, Fdi più civiche) che si presenta unito alle prossime elezioni comunali del 26 maggio.
“L’attentato alla sede della Lega di Casoria è atto vile e preoccupante. Bisognerà indagare e capire”. Ha detto Angela Russo. “Ho incontrato gli amici della Lega e le forze di polizia che sono certa, come al solito, garantiranno impegno e risultati. Noi, nel frattempo, andiamo avanti come un treno, a Casoria è iniziata già una nuova stagione. Sono certa – aggiunge – che tutte le forze politiche vorranno prendere le distanze da questo episodio e che ci sarà una campagna elettorale sui temi e sui problemi, tanti, da risolvere. Noi questo faremo”. 

Redazione
Contenuti Sponsorizzati