“E’ una vergogna nazionale l’esclusione, decisa dal Governo, dell’Istituto Pascale di Napoli dal progetto di ricerca oncologica Car-T per la cura dei tumori”. Così, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Si tratta di una decisione incomprensibile e priva di ogni oggettivo approccio scientifico, data l’eccellenza riconosciuta a livello nazionale e internazionale del lavoro che sta portando avanti l’Irccs di Napoli. Tutte le dichiarazioni delle ultime ore che arrivano dal Ministero – ha proseguito il governatore – non fanno altro che confermare gravi responsabilità in una decisione di questo tipo, presa peraltro il giorno prima della riunione convocata, nella quale quindi si poteva solo prenderne atto”. “Difendiamo e chiediamo a tutti di difendere la dignità del Pascale e dei nostri medici e ricercatori, di tutti quanti lavorano nell’Istituto di Napoli, ai quali va la nostra solidarietà. Ci auguriamo che al più presto venga rivista tale decisione”, ha concluso De Luca.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati