US film director Tim Burton (L) with Italian film director and actor Roberto Benigni on stage in the occasion of the 64th edition of the ?David di Donatello Awards? in Rome, Italy, 27 March 2019. The David di Donatello award is a film prize presented annually to honor the best of Italian and foreign motion picture productions. ANSA/CLAUDIO PERI


Sul palco della sessantaquattresima edizione dei David di Donatello, presentata da Carlo Conti, anche Tim Burton a cui è stato conferito il David alla carriera direttamente da Roberto Benigni. “Mi sento molto vicino agli italiani – ha detto – ed essere qui stasera è come essere al tempo stesso in un circo, in un film e in una strana famiglia”. Arriva proprio oggi – giovedì 28 marzo – nelle sale cinematografiche, l’ultimo lavoro di Burton: l’atteso remake di “Dumbo”, il film cult del 1941. Il film è dstribuito in settecento copie da Walt Disney Italia. “È il remake di un classico straordinariamente forte e con protagonista un personaggio strano – spiega Tim Burton -, uno che non è come gli altri, uno con un forte svantaggio, una sorta di freak che trasforma la sua diversità in vantaggio. E poi – aggiunge – c’è anche il tema della famiglia. Dumbo è il personaggio che mi è più affine, il simbolo della figura dell’artista che fa fatica ad essere accettato”, conclude.
Un David Speciale è stato consegnato ieri sera anche al regista e sceneggiatore Dario Argento e a Francesca Lo Schiavo, premio Oscar ed eccellenza del cinema italiano nel mondo. Anche Uma Thurman, attrice icona di Quentin Tarantino, ha ricevuto un premio speciale. 

Sci, medaglia per la Carolli, rivelazione napoletana

Notizia Precedente

Matrimonio show di Tony Colombo: multe per la carrozza e il concerto non autorizzato

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Altro Cinema


Ti potrebbe interessare..