Ideologia contro tecnologia, un confronto tra generazioni. Dopo lo straordinario successo di pubblico e critica delle prime due edizioni, “”, in onda a partire dal 12 febbraio su , quest’anno catapulta un gruppo di ragazzi tra i 14 e i 17 anni nel 1968. Tra loro, anche , sedici anni, da .
Il ’68 è un anno speciale, particolarmente significativo e ricco di cambiamenti: nelle piazze il mondo dei giovani è in subbuglio per rivoluzionare la scuola e la società. Riusciranno queste idee a varcare le mura del severo , a , dove vigono le ferree regole comportamentali e disciplinari degli anni ’60? Come raccoglieranno e reinterpreteranno lo spirito del ‘68 che ha cambiato il mondo gli adolescenti del 2018, cresciuti con più tecnologia che ideologia?
Lo scopriremo ogni martedì alle 21.20 su nel corso delle cinque puntate della nuova edizione de “”, l’inedito esperimento televisivo e sociale, realizzato in collaborazione con Magnolia (Banijay Group), affermatosi come un vero e proprio fenomeno di costume specie tra i giovanissimi e gli adolescenti. A fare da voce narrante del programma ancora una volta il conduttore Giancarlo Magalli, che racconterà la vita di 18 studenti – 9 ragazze e 9 ragazzi – lontani da casa e, soprattutto, da smartphone e computer. Un’esperienza educativa di formazione e di relazioni molto diversa e lontana dalla loro realtà quotidiana.
Dopo le edizioni ambientate nel 1960 e nel 1961, quest’anno la nuova classe si trova alle prese con la scuola media unica nata dalla riforma del 1962. Alcune materie sono scomparse ed altre nuove sono state introdotte: non c’è più il Latino, ma c’è l’Educazione Civica. Il Canto Corale è diventato Educazione Musicale ed è comparsa, per la prima volta, l’Educazione Artistica. Ma soprattutto c’è la voglia di rivoluzione che nel ‘68 ha agitato i giovani di tutta Italia e non solo. Nel tentativo di arginare l’onda del cambiamento, diventa ancora più severo e sottopone i nuovi allievi ad un test di ingresso: per ottenere la divisa, i candidati devono ottenere la sufficienza in un breve esame di Educazione Civica. L’agitazione tra i ragazzi è tanta e, subito dopo i risultati dell’esame, si avverte che quest’anno la classe sarà profondamente diversa da quelle che l’hanno preceduta: invece di fare gruppo di fronte alle difficoltà dei primi giorni in collegio, iniziano a perdersi in piccoli diverbi. Nel suo discorso iniziale, l’inflessibile preside Paolo Bosisio annuncia che i venti di rivolta rimarranno fuori dal suo istituto. Tuttavia, nelle lezioni di Italiano, Storia, Geografia e soprattutto Educazione Artistica, si comincia a parlare dei temi delle grandi Rivoluzioni – da quella Russa a quella non violenta di Gandhi, al Surrealismo – e negli studenti inizia a germogliare il desiderio di cambiamento. Ad accompagnarli e guidarli in questa esperienza, oltre al preside, sette professori e due sorveglianti, selezionati con particolare cura per rispecchiare e far rispettare le ferree regole comportamentali e disciplinari di quell’epoca. La disciplina, infatti, rappresenta il punto focale del programma e un importante scarto tra il sistema educativo e scolastico attuale e quello degli anni ’60. Una vera e propria sfida per i ragazzi, abituati a studiare e relazionarsi dietro ad uno schermo, che dovranno, ad esempio, dire addio a tutti gli apparati elettronici, tagliare i capelli secondo lo stile di allora, mantenere la divisa e i dormitori in ordine, rispettare orari inflessibili. Al termine del percorso, inoltre, i ragazzi saranno chiamati a sostenere l’esame per l’ottenimento della licenza media di fronte alla commissione costituita dai loro professori. Il loro giudizio finale, oltre a tener conto dell’esito dell’esame, comprenderà anche i voti ottenuti durante il corso di studi e la condotta generale tenuta dallo studente durante tutta la permanenza in Collegio. Sin dalla prima settimana, mentre si rivelano immediatamente le fragilità e i caratteri più difficili di alcuni studenti, l’ufficio del Preside vede un viavai che non fa presagire niente di buono.
Il set del programma è anche quest’anno il di , in provincia di Bergamo. La struttura, nata nel 1579 per volontà di San Carlo Borromeo, funzionava come collegio maschile e femminile e come istituto scolastico per i semi-convittori e per gli studenti esterni. Erano presenti circa 1.000 studenti di cui 700 vivevano all’interno. Tra gli studenti più noti ci fu anche Papa Roncalli.


Cronache Tv



Flash News

Napoli, evade dai domiciliari e ruba un’auto, 36enne arrestato a Gianturco

Gabriele Goffredo è stato arrestato per evasione e denunciato per furto.
Leggi tutto

Castel Volturno, 15 chilogrammi di hashish nell’auto abbandonata

I carabinieri hanno recupero l'ingente carico di #droga in una Bmw
Leggi tutto

Serie A: Abisso dirige il derby Napoli-Benevento

L'arbitro Abisso dirigerà il derby tra Napoli e Benevento
Leggi tutto

Paramedico casertano positivo alla variante inglese dopo il vaccino: e’ grave in ospedale 

E' in rianimazione all’ospedale di Maddaloni . Quaranta casi in 23 giorni a Pitramelara, paese monitorato dall'Asl
Leggi tutto

Acerra: detiene droga in casa, denunciato

Un 31enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Leggi tutto

Focolaio ancora attivo nel carcere di Carinola, arrivati i rinforzi

Nel carcere di Carinola e' attivo un focolaio che ha reso indisponibili al servizio poco meno di 30 agenti.
Leggi tutto

Un centro per i vaccini nella caserma “Ferrari-Orsi” di Caserta“: ad innaugurarlo nel week end il Presidente De Luca

All'interno del presidio vaccinale della Difesa sarà possibile eseguire circa 1000 vaccini anti Covid al giorno
Leggi tutto

Napoli, sequestrate tre pistole a Fuorigrotta

Ieri gli agenti hanno rinvenuto, occultata dietro la tegola di una pensilina, una busta con tre pistole
Leggi tutto

Poggiomarino e Striano, sicurezza alimentare e reati ambientali. 2 attività sanzionate dai Carabinieri

Sicurezza alimentare e reati ambientali. 2 attività sanzionate dai Carabinieri a Poggiomarino e Striano
Leggi tutto

I murales della criminalità e della camorra. Napoli divisa: manifestazione per difendere il murale di Ugo Russo ed appelli per la legalità

Borrelli: “venerdì in Commissione Anticamorra si discute una mozione per chiedere la rimozione delle opere che inneggiano alla criminalità.”
Leggi tutto

Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Regione Campania: ponti chiusi nel Basso Volturno, Oliviero fa il punto della situazione con Cascone e Magliocca

Ponti chiusi nel Basso Volturno, Oliviero fa il punto della situazione con Cascone e Magliocca
Leggi tutto

Omicidio di Formia, indagati il cugino della vittima e due giovani della provincia di Caserta

I giovani casertano erano giunti a #Formia per trascorrere la sera di #Carnevale
Leggi tutto

Napoli, de Magistris: ‘Verosimile il ritorno alla zona rossa’

Il sindaco: 'I contagi stanno salendo ed è verosimile che ritorneremo, mi auguro per un periodo limitato, in una #zonarossa'
Leggi tutto

Napoli, sorpresi a rubare in un supermercato: arrestati

Due #georgiani di 29 e 19 anni irregolari sul territorio nazionale sono stati arrestati per furto aggravato.
Leggi tutto

‘Tango nel cuore di Napoli’ di Stella Manfredi e Luigi Castiello

"Tango nel cuore di Napoli" La violinista Stella Manfredi e il produttore Luigi Castiello si servono di due tra i...
Leggi tutto

Napoli, aggredisce e minaccia la moglie in più occasioni: arrestato 51enne

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato condotto nel carcere di Poggioreale
Leggi tutto

Scuola: alcune Regioni chiedono parere Cts su apertura

Le ordinanze vengono impugnate e poi sospese dal Tar
Leggi tutto

Cinque casi covid all’Inter: positivi anche Marotta e Ausilio

Tra i cinque anche un membro dello #stafftecnico
Leggi tutto

OR.S.A., il segretario Formisano: vaccino per personale aziende di trasporti

Michele Formisano, segretario regionale del sindacato OR.S.A.(settore Ferroviario) chiede al governatore De Luca e al presidente della IV Commissione Trasporti...
Leggi tutto

Napoli, la zona arancione non ferma la Movida del centro storico

La sera #LargoSanGiovanniMaggiore, piazzetta Orientale o anche #LargoGiusso sempre piene di giovani
Leggi tutto

Napoli, i convocati per il Granada: riecco Mertens e 6 giovani

Gli azzurri di #Gattuso per poter andare avanti hanno bisogno di una vittoria con tre gol di scarto
Leggi tutto

Napoli: appello per il museo a Enrico Caruso a 148 anni dalla nascita

Appello per il museo a Enrico Caruso di Gennaro Capodanno
Leggi tutto

Cira di Capua firma il contratto per il lancio della capsula MIFE nello Spazio

Il suo sviluppo, del valore complessivo di circa due milioni di euro, è stato finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e...
Leggi tutto

Covid, a Torre Annunziata altre 3 vittime e 43 nuovi casi

L’indice di positività a #TorreAnnunziata si attesta al 19,72 per cento
Leggi tutto

Napoli, Galleria Vittoria, dell’inizio dei lavori neanche il miraggio

Europa Verde: “Se non si nomina un commissario ad acta non ci sarà mai una risoluzione, lo chiederemo a gran...
Leggi tutto

Napoli, pizzo all’imprenditore che lavorava nel loro palazzo: persi due estorsori

In manette #MassimoPicone e #FabioEsposito: avevano 'preteso' 3mila euro dall'imprenditore che stava facendo lavori nel palazzo di Fuorigrotta
Leggi tutto

Napoli, operazione interforze contro i roghi di rifiuti: multe per 22mila euro

L'annuncio in una nota della Prefettura di Napoli
Leggi tutto

Covid: scuola chiusa a San Giorgio a Cremano

La decisione è stata presa dopo che al Plesso Marconi si è rilevato un caso positivo alla variante inglese
Leggi tutto

L’imprenditore morto suicida: era depresso per problemi di salute

Commozione e sgomento per la terribile morte dell'imprenditore #AndreaBaldi
Leggi tutto

Giugliano, migrante evaso catturato dai carabinieri a Varcaturo

Giugliano, migrante evaso catturato dai carabinieri a Varcaturo. Ora è in carcere
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..