Le soluzioni per avere la connessione a Internet senza linea telefonica

Oggi la linea telefonica fissa non rappresenta più un’opzione particolarmente gettonata, soprattutto perché la maggior parte delle conversazioni oramai avviene da cellulare. Senza poi considerare il fatto che in certe zone d’Italia la linea fissa non arriva proprio: si parla delle cosiddette aree bianche, ovvero le zone dello Stivale dove le compagnie telefoniche non hanno interesse ad investire. Sebbene il Piano Nazionale Banda Larga stia provvedendo alla copertura di alcune di queste aree, al momento non sono poche le zone della Penisola sprovviste di questa opzione. In sintesi, in queste città o paesi non arrivano né l’ADSL né tanto meno la fibra ottica contribuendo ad aumentare il Digital Divide nel nostro paese. Quindi la domanda è la seguente: come fare per avere la connessione a Internet in assenza di linea telefonica fissa? Ci sono tre modi.

Connessione tramite onde radio

La prima opzione si chiama WiMax, ed è un sistema che permette di collegarsi a Internet in banda larga senza la presenza dei cavi. Questa tecnologia prevede l’emissione del segnale tramite onde radio, le quali hanno ovviamente una certa portata territoriale. Ciò vuol dire che anche in questo caso è necessaria una certa copertura da parte degli operatori. Come funziona? Molto semplice: un ripetitore emette il segnale, il quale viene captato dalle antenne installate sul tetto delle abitazioni che usufruiscono di questo servizio. Dall’antenna il segnale viene poi veicolato al router domestico attraverso l’impiego di un cavo Ethernet. Da sottolineare che tra le offerte di Internet senza telefono per la casa si trova anche la rete FWA di Linkem: in questo caso ciò che cambia è la tipologia di frequenza usata per la trasmissione del segnale, insieme alla velocità che risulta più elevata in quanto a banda ultra larga.

La connessione satellitare

Anche la connessione satellitare si pone come una soluzione valida per Internet senza linea fissa. Stavolta si parla di una tecnologia che, come spiega il nome stesso, sfrutta i satelliti in orbita per l’emissione del segnale. Il funzionamento avviene in questo modo: i satelliti inviano il segnale a una stazione terrestre (nota come NOC), che lo capta e lo gira in direzione delle dorsali Internet. Da queste il segnale viene poi veicolato verso le antenne paraboliche installate sui tetti delle abitazioni. Infine, dalle antenne il segnale giunge al router parabolico, consentendo dunque la navigazione sul web.

Connessione mobile 3G e 4G

Si chiude con la connessione mobile 3G e 4G, un’opzione di navigazione Internet che può essere impostata attivando il Tethering sul proprio smartphone. In pratica, grazie a questa soluzione è possibile convertire il cellulare in un vero e proprio router, al quale connettersi in wifi con altri dispositivi come il laptop. Da sottolineare che esistono anche dei router che consentono di inserire al loro interno la scheda SIM: questi permettono dunque di sfruttare il segnale 3G o 4G della scheda in modo più comodo e immediato. Di contro, bisogna studiare bene le tariffe perché il traffico in GB ha sempre un limite.

In conclusione, chi non può contare sulla linea fissa ha a propria disposizione delle opzioni molto valide per riuscire a navigare agevolmente in rete.

 

Contenuti Sponsorizzati