Napoli, lavoratori della Romeo pulizie del Cardarelli senza tredicesima: scatta la protesta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli.Natale senza stipendi per i lavoratori della ditta Romeo pulizie al Cardarelli. Ieri mattina i 330 lavoratori del cantiere Cardarelli non si sono ritrovati accreditati gli emolumenti della tredicesima. È subito è iniziata la protesta. Durissimo il commento dei Cobas: “E’ vergognoso che al 22 dicembre questi lavoratori debbano, presidiare, protestare per un loro sacrosanto diritto” Ancora una volta la ditta di ‘mister millionaire’ beffa i lavoratori che non possono elemosinare un qualcosa che avrebbero, già dovuto percepite e spendere. La storia con questa ditta che sembra non aver mai fine, ci auguriamo che col prossimo appalto finisca per sempre. A pagare sempre i lavoratori, che hanno subito di tutto: da addebiti in busta paga per una ‘mancata consegna di mocio’ ai trasferimenti ad altro cantiere, in barba ad ogni minimo diritto/ dignità umana. I Cobas attraverso il loro rappresentante sindacale aziendale Antonio Di Nardo non gli è le mandano a dire: “E’ la peggiore ditta che ha prestato opera nella nostra Azienda Ospedaliera e che speriamo vada via al più presto possibile. Una ditta che ha vinto un appalto con una gara a ribasso del 28% ma che sembra farlo scontare sulla pelle dei lavoratori. È vergognoso, ma vorrà dire che se ‘mister millionaire’ non pagherà subito le tredicesime, saremo costretti a portare tutti i lavoratori con le loro famiglie a trascorrere il Natale a casa sua. Si vergogni la Romeo!”.






LEGGI ANCHE

Voragine al Vomero: aperta un’inchiesta

Sarà l'inchiesta della magistratura ad eccertare le cause ed eventuali responsabilità sulla voragine che questa mattina, in via Morghen al Vomero, si è aperta...

Voragine al Vomero: gli edifici evacuati sono due

 Forze dell'ordine presidiano la zona per evitare l'arrivo di sciacalli nelle case

Sparatoria Milano: ai domiciliari il trapper Shiva

Decisione del gip, indagato anche per rissa a San Benedetto

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE