Casamicciola, fa esplodere un petardo insieme con gli amici: ferito e ricoverato al Cardarelli

Ischia. I Carabinieri della compagnia di Ischia sono intervenuti...

La denuncia del garante: ‘Nel penitenziario di Benevento ci sono forti criticità sanitarie’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Garante per i detenuti della regione Campania Samuele Ciambriello ha visitato oggi il carcere di Benevento dove, sottolinea una nota, sono state riscontrate molte criticita’ sanitarie e carenza di personale penitenziario. Dopo alcuni colloqui in due sezioni maschili, il garante ha visitato infermeria e, infine, il reparto femminile nel quale sono presenti 72 detenute di cui 17 sex offender. Nella Casa Casa Circondariale di Benevento ci sono complessivamente 391 detenuti. “Le troppe lamentele sulla carenza di visite specialistiche, sul personale sanitario, degli infermieri e un reparto detentivo presso l’ospedale Rummo di Benevento, – ha detto Ciambriello – mi portano a concludere che i manager sanitari considerano la sanita’ penitenziaria come residuale”. “Benevento – ha aggiunto il garante – e’ l’unica provincia campana che non ha un presidio dedicato ad ospitare anche solo 4 o 5 detenuti in degenza, visite sanitarie e operazione. A proposito di sanita’, ho visto 2 detenuti: il primo, Minic Uros, malato di tumore e il secondo, Cupido Diego, allettato e in sciopero della fame e di farmaci, che meritano, il secondo di stare in un centro attrezzato e il primo in una struttura esterna al carcere”. Al garante sono stati anche segnalati momenti di “criticita’ interne” e proteste di detenuti riguardanti questioni sanitarie, i pacchi per i colloqui, le funzioni degli educatori penitenziari e alcuni provvedimenti disciplinari. “Ho apprezzato il ruolo svolto in questi giorni dalla direttrice Carmen Campi, – ha detto infine Ciambriello – la quale si e’ recata in ogni sezione a discutere con i detenuti che, pur avendo un regime aperto, anche quelli di alta sicurezza, avevano iniziato varie forme di protesta. Cosi’ come mi sono reso conto, visitando la sezione femminile, che per 72 donne detenute ci sono appena 12 donne agenti su una pianta organica di 29. Poche. A volte solo 2 di loro in turno per tutta la sezione. Segnalero’ alle autorita’ competenti questa grave lacuna, cosi come sollecitero’ il sindaco di Benevento Clemente Mastella ad intensificare le corse degli autobus che collegano la citta’ con il Carcere, per andare incontro alle necessita’ dei familiari in visita e alla stessa Polizia Penitenziaria”, ha detto infine Samuele Ciambriello.

PUBBLICITA

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE