Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica Campania

Campania. Riutilizzo beni confiscati alla Camorra, ok alla modifica della legge

Pubblicato

in

regione campania


Passa all’unanimita’ la proposta di legge che modifica la norma sul riutilizzo dei alla . Gli ‘aggiustamenti’ si sono resi necessari per garantire una armonia legislativa con la legge nazionale, evitando cosi’ per l’impugnativa da parte del Governo. Tra le modifiche apportate il nome Agenzia Regionale per i , viene sostituito da Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata. “L’approvazione della modifica al testo di Legge sui prevede due importanti aspetti: di tipo formale e sostanziale”. Lo ha detto Tommaso Amabile del Pd, presidente della Commissione consiliare Politiche sociali. “Con l’introduzione della nuova norma – ha affermato – e’ stato armonizzato il testo regionale a quello nazionale recependo le modifiche legislative apportate per scongiurare l’impugnativa da parte del Governo”. “Dal punto di vista sostanziale – ha aggiunto – l’assessore alla Sicurezza Franco Roberti fara’ parte dell’Agenzia per i ”. “E’ una risposta doverosa e utile alla comunita’ – ha concluso – poiche’ il suo apporto e la sua esperienza professionale serviranno affinche’ la raggiunga i risultati previsti”.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Coronavirus in Campania, De Luca: ‘Limiti alla movida? E’ la penultima decisione, poi chiudo tutto’

Pubblicato

in

La scelta di limitare la movida in Campania “e’ stata la penultima decisione prima di chiudere tutto”.

 

Commenta cosi’ l’ordinanza emanata oggi il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, durante la registrazione di Porta a Porta  in onda stasera su Rai 1. In questo momento per il governatore della Campania le alternative per limitare il progressivo diffondersi dell’epidemia sono ridotte all’osso. “Abbiamo – spiega De Luca – due scelte: o andiamo verso il lockdown o decidiamo di convivere con il virus rispettando rigorosamente le regole”.

“Piuttosto allarmato? Sono molto allarmato. Credo che dobbiamo aprire gli occhi e dobbiamo dire con grande chiarezza che siamo già nella seconda epidemia, è già arrivata”. ha spiegato ancora il presidente De Luca a Porta a Porta”. Il Governatore ha ricordato che “la Campania è la regione che ha la più alta densità abitativa d’Italia” e che “in questo momento il 60% dei nostri positivi è concentrato nei territori della Asl Napoli 1, della Asl Napoli 2 e della Asl Caserta, cioè nell’area metropolitana di Napoli che è quella a maggiore congestione abitativa. Abbiamo fatto nel mese scorso un lavoro straordinario di filtro, siamo stati l’unica Regione che ha reso obbligatorio il tampone per chi rientrava dall’estero e dalla Sardegna, e così abbiamo intercettato 3mila positivi. Lascio immaginare se non avessimo fatto quel lavoro quale sarebbe la situazione”.

Un nuovo lockdown “avrebbe ricadute economiche pesanti”.Ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca,d urante la puntata di “Porta a Porta”. Secondo De Luca “rispetto a 6 mesi fa abbiamo una novità grande, l’apertura delle scuole. Noi possiamo fare due scelte: o andare verso un lockdown, cioè chiudere tutto, ma questo avrebbe ricadute economiche pesanti, oppure decidere di convivere con il Covid, ma questo richiede il rispetto rigoroso delle regole”.

 

Continua a leggere



Politica Campania

Ciarambino(M5s): ‘Basta contrapposizioni sterili, la Campania ha bisogno di collaborazione’

Pubblicato

in

Ciarambino(M5s): ‘Basta contrapposizioni sterili, la Campania ha bisogno di collaborazione’.

 

“In Consiglio regionale siamo la prima forza di opposizione, con numeri che sono il doppio di ciascuna forza di centrodestra. In 5 anni siamo stati gli unici oppositori intransigenti di una politica che ha fatto interessi degli amici degli amici e non della Campania. Questo toglie da noi ogni sospetto che si possa scendere a compromessi. Non faremo sconti a nessuno. Ora però dobbiamo tener conto del momento difficilissimo che sta vivendo la nostra regione. Il fatto che Eurostat abbia messo la Campania come prima regione in Europa per rischio povertà deve farci riflettere su quello che ci attende se non ci impegniamo.

Viviamo uno scenario post bellico in cui bisognerà ricostruire la nostra regione dalle macerie. Le parole chiave della politica oggi devono essere responsabilità e sacrificio. Non c’è più posto per le contrapposizioni sterili. Mi auguro che la maggioranza metta da parte l’atteggiamento ostruzionistico che ha tenuto nei nostri confronti per 5 anni. De Gasperi diceva che un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di Stato pensa alle prossime generazioni. Dobbiamo imparare tutti a essere meno politici e più uomini e donne di Stato”. Lo ha dichiarato la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino nel corso di una diretta sulla sua pagina Facebook.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette