Spara e uccide la moglie malata, poi si toglie la vita

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ennesima tragedia familiare con omicidio suicidio. E’ accaduto a una coppia di anziani. Ha ucciso la moglie, molto malata da tempo, e poi si e’ tolto la vita. Sono stati i vicini a ritrovare ieri sera i cadaveri di due anziani coniugi nella loro abitazione di Agliana in provincia di Pistoia. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri la vicenda si presenta come un nuovo caso di Omicidio-suicidio. La coppia, Franco Matteini, 83 anni, e Maria Grazia Innocenti, 81 anni, non aveva figli e viveva da sola nella villetta in via Pasubio. Erano conosciuti ad Agliana e ben inseriti nel contesto sociale. Stasera, prima dell’ora di cena, alcuni vicini si sono insospettiti quando hanno visto che la porta della casa rimaneva aperta troppo tempo rispetto al normale e anche perche’ – altra anomalia – si udiva in lontananza il volume della televisione tenuto stranamente alto. Alcuni di loro avrebbero preso l’iniziativa di fare un controllo, scoprendo cosi’ che c’erano i cadaveri. Secondo i carabinieri della compagnia di Pistoia e del nucleo investigativo l’uomo ha sparato alla moglie alla testa con una pistola di piccolo calibro, che possedeva, e poi ha rivolto l’arma contro se stesso facendo ancora fuoco. Contro la moglie avrebbe sparato un solo colpo. Potrebbe essere un gesto pianificato da tempo. E non viene escluso che l’uomo abbia volutamente acceso la tv ad alto volume e spalancato la porta apposta, per dare un segnale e farsi ritrovare prima possibile. Gli accertamenti dell’Arma hanno preso subito in considerazione le condizioni di salute della donna, fatto noto tra i conoscenti della coppia di anziani, come uno dei motivi che potrebbero aver fatto scattare il gesto omicida-suicida. Gli stessi vicini hanno riferito che la moglie era da tempo malata e che il marito, preoccupato anche per le proprie condizioni di salute, la assisteva con costanza ed attenzione. Intanto, mentre continuano ad essere effettuati i rilievi nella casa, il magistrato di turno della procura di Pistoia ha stabilito che le salme vengano trasferite all’ospedale San Jacopo per l’autopsia.







LEGGI ANCHE

Camorra, il boss pentito Pasquale Cristiano: “Ci fu un summit di 30 persone per decidere di eliminarci”

La faida di camorra che nei mesi scorsi ha insanguinato le strade di Arzano e dei comuni vicini aveva trovato il suo apice nel...

Agguato a Scampia: feriti il capo piazza Giancarlo Possente e un amico

I feriti sono Giancarlo Possente, capopiazza alla "33" per conto degli Abbinante e Pasquale Parziale ritenuto vicino alla Vanella Grassi

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE