Camorra, la strage mancata contro gli affiliati dei Lo Russo: ‘I Mallo misero le pistole in faccia a Perfetto e Cutarelli’

Si è rischiato un violento spargimento di sangue durante la guerra di camorra nel 2016 nei quartieri Miano-don Guanella e tutta la zona a Nord di Napoli e che ha visto come protagonisti il clan Lo Russo, all’epoca controllato dal boss pentito Carlo Lo Russo. Il reggente della famiglia dei “Capitoni” aveva dato incarico a tutto il suo gruppo di fuoco di portargli la “testa di Walter Mallo” il giovane boss emergente del don Guanella che aveva deciso di prendersi le piazze di spaccio dei Lo Russo. Ma uno degli agguati che i killer del clan Lo Russo avevano organizzato nei confronti di Mallo e dei suoi stava per  trasformarsi in un bagno di sangue per i Lo Russo che furono intercettati e bloccati dai fedelissimi di Mallo. E’ quanto emerge dalla carte processuale e dall’inchiesta che vede coinvolti una quarantina di personaggi legati al vecchio clan Lo Russo e agli scissionisti dei Nappello. Per 25 di questi, che hanno fatto ricorso al processo con rito abbreviato la Dda nel mese di luglio ha chiesto 350 anni di carcere.

In una intercettazione all’ dell’autovettura di Antonio Sannino, uno degli affiliati finiti sotto processo e per il quale sono stati chiesti 20 anni di carcere racconta a Davide Davide (pure per lui chiesti 20 anni di carcere) un episodio verificatosi il 25 febbraio del 2016. Ciro Perfetto Ciro e Luigi Cutarelli (due dei killer più spietati el clan Lo Russo)erano stati cacciati in malo modo dalla roccaforte di Walter Mallo, ed i componenti del gruppo avevano anche puntato le armi al loro indirizzo. Come risposta, la squadra di Perfetto si era armata con l’intento di punirli. Sannino racconta in auto a Davide Davide che aveva incontrato Gennaro Ruocco nel rione San Gaetano, il quale gli aveva chiesto un passaggio e che la squadra era quasi al completo: oltre al Gennaro Ruocco c’erano Giacomo Musto,  Gaetano Caso e  Vincenzo Carrino. Alla fine però la loro missione di morte non andò in porto perchè Musto e Carrino furono fermati in via Vittorio Veneto da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Marianella.
Ecco uno sstralcio dell’intercettazione ambientale a bordo della Renault Clio in uso a Davide Davide .Sono le 2,17. di notte quando in auto entra Antonio Sannino  che racconta:
Antonio Sannino Uah, che sucutata che hanno preso questi qua nella 25! Luigi (N.d.R. CUTARELLI Luigi), Ciro (N.d.R. PERFETTO Ciro) …(incomprensibile)… (N.d.R. si riferisce al fatto che sono stati cacciati malamente dagli isolati 56-57-58-59 del Rione Don Guanella, roccaforte del gruppo di MALLO Walter). (N.d.R. pausa) Bello e buono, è atterrata la squadretta, tutti quanti …(incomprensibile)… con le pistole addosso, cose… (N.d.R. intende che all’improvviso è arrivato tutto il gruppo di fuoco armato)
Davide Davide: ma dove?
Antonio Sannino: Che noi stavamo qua, io ed Enzo (N.d.R. si riferisce a PISTONE Vincenzo), scendendo, bello e buono, RUOCCO (N.d.R. RUOCCO Gennaro): “Scigntell’! Scigntell’! Scigntell’! (N.d.R. alias di SANNINO Antonio) Ho detto: “Che è, o’ RUOCCO?!”. Comunque è salito lui con me (N.d.R. intende a bordo del proprio scooter), dai, ed Enzo nella macchina di Luigi, nel San Gaetano (N.d.R. rione San Gaetano del quartiere Miano), dice che li hanno puntati pure! (N.d.R. con le pistole)
Davide Davide: le guardie?
Antonio Sannino: No, le guardie! Quelli là! (N.d.R. intende i soggetti facenti parte del gruppo di MALLO Walter) …(incomprensibile)… RUOCCO …(incomprensibile)… dal San Gaetano… (N.d.R. pausa) …(incomprensibile)… o’ Checco (N.d.R. CARRINO Vincenzo), Giacomino (N.d.R. MUSTO Giacomo), Nino (N.d.R. CASO Gaetano)…
Davide Davide :Cristofaro? (N.d.R. SIBILLO Cristofaro)
Antonio Sannino: No, loro no! Eh, stava pure …(incomprensibile)…, fratè!
Davide Davide: Ma li hanno abboffati pure di mazzate? (N.d.R. li hanno picchiati)
Antonio Sannino: No, non li hanno neanche picchiati, gli hanno fatto il fermo a loro! (N.d.R. intende che sono stati controllati dalle forze dell’ordine).

Renato Pagano

1.continua

@riproduzione riservata

 

(nerlla foto da sinistra Walter Mallo, Ciro Perfetto, Luigi Cutarelli, Antonio Sannino, Davide Davide)

10 Settembre 2018 @ 08:12 / Cronache della Campania