E’ in fuga da domenica pomeriggio, ed e’ ricercato per evasione , 47 anni, origini serbo-montenegrine, detto il Lupo, in carcere per un cumulo di pene di oltre 10 anni, fine pena fissata al 2023, e con la prospettiva della semiliberta’ tra alcuni mesi. Non un detenuto qualsiasi, ma un detenuto modello e soprattutto attore nella Compagnia di teatro in carcere dell’istituto ‘Costantino Satta’ di Ferrara, di cui e’ uno dei protagonisti, mattatore e scenografo. E proprio per una lezione di scenografia al Teatro nucleo di Pontelagoscuro, alle porte della citta’, aveva ottenuto un permesso che non ha rispettato: non e’ rientrato ed ora e’ ricercato. Horacio Czertok, padre e anima del Teatro Nucleo di Ferrara e ideatore del progetto in carcere che va avanti da 15 anni e’ deluso: alla Nuova Ferrara ha spiegato che “no, non me l’aspettavo: per me, per tutti noi e’ un tradimento da parte di una persona con la quale c’era un rapporto speciale, e’ raro che noi ci prendiamo una responsabilita’ cosi’ alta, accogliere un detenuto in permesso premio. E adesso sono dispiaciuto e addolorato, non tanto per la persona che ha fatto la propria scelta, ma per tutte le persone come lui, detenuti che vedranno limitate le loro possibilita’ e per tutte le conseguenze che verranno”. Ticic era stato arrestato l’ultima volta dalla squadra mobile di Bologna per rapine, di cui era una specialista. Poi in carcere, la trasformazione: attore, e artigiano dalle mani d’oro. E grande trascinatore della Compagnia. Tanto che era diventato negli ultimi 5 anni, emblema e faccia del Teatro in carcere, visto che nelle locandine degli spettacoli, nei video su You Tube o sui social c’e’ sempre lui, con il suo viso tagliente. Ma ora e’ solo un detenuto evaso. E la sua evasione da un permesso premio potrebbe mettere in discussione il progetto Teatro e altro. Questo e’ il timore: “Si’,avra’ un brutto effetto, questo fatto: speriamo Edin torni, che abbia fatto un colpo di testa e finisca di pagare”, chiude Czertok.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..