Finisce 8-7 per i toscani una partita ben giocata dai rossoblù di Fontana che salutano così la Coppa Italia. L’undici di Fontana esce tra gli applausi del ‘Picchi’ e dei propri tifosi.Una novità a testa per i due allenatori: Lucarelli con Porcino mentre Fontana sceglie Cigliano con Santoro in panchina. 150 i casertani presenti in tribuna per incitare i falchetti. Primo squillo al terzo con una conclusione di Giannotti alta sulla traversa. La partita è piacevole con la Casertana che senza timori prova ad attaccare. Al 17’ corsa dalla destra di Paris e Russo smanaccia. Ospiti pericolosi in cinque minuti due volte con Mancino. Prima tiro a lato poi conclusione debole tra le braccia del portiere dopo uno scambio con De Vena. In un colpo solo i padroni di casa perdono Diamanti e Dainelli fermati per noi muscolari. Mancino il più pericoloso di suoi e poco dopo la mezz’ora ci prova con un tiro che però Mazzoni blocca terra. Poco dopo (‘37) Valiami con un tiro cross spaventa la retroguardia della Casertana. Pallone che attraversa tutta l’area di rigore e finisce sul fondo. Tre di recupero e si va negli spogliatoi con i rossoblù che hanno più di un rimpianto.  Nella ripresa il Livorno prova subito ad imporre il proprio ritmo ma russo e praticamente mai impiegato. Anzi all’ottavo occasionissima per i falchetti con una spettacolare manovra corale che libera Alfageme solo davanti al portiere ma l’argentino spara alto disperandosi. Più nulla fino al 23’ quando Rocca ci prova dal limite trovando però un sicuro Russo. Quindi il neo entrato Santoro tenta la fortuna dai trenta metri ma la sfera è larga. Quindi spettacolare e provvidenziale salvataggio di Pasquale Rainone su Murilo e Casertana che si salva. Ma le emozioni sono tutte concentrate tra il minuto 41 e 42. Prima Giannetti sigla di testa l’1-0 deviando sotto porta un traversone dalla sinistra. Poi alla ripresa del gioco De Vena si conquista un rigore che trasforma impeccabilmente. 1-1 e si va ai supplementari.L’unica emozione dell’extra time è un tiro di Pinna che all’11’ calcia dai 30 metri con palla a fil di palo. Poi gioco spezzettato e stanchezza che si fa sentire. Si va così ai calci di rigore. Apre Maiorino che spiazza Russo, De Marco, Giannetti e De Vena fanno lo stesso, Russo ferma Valiani respingendo un preciso tiro nell’angolino. Romano porta in vantaggio i rossoblù poi Kozak spiazza Russo. Tocca a Santoro che calcia debolmente ed è tutto nuovamente in gioco. Rocca insacca e Pinna fa 4-4. Si va ad oltranza. Albertazzi e Rainone sono glaciali. Parisi riporta avanti i labronici mentre Lorenzini fa centro all’incrocio dei pali. 7-7. Tocca a Murilo Mendes che non perdona. Ferra si lascia intercettare il tiro e la Casertana saluta la Coppa Italia.


Di Redazione Cronaca

Altro Calcio



Ti potrebbe interessare..