Castellammare di Stabia, arrestato pusher incensurato

Nella notte appena trascorsa, i carabinieri della sezione radiomobile...

Oggi i funerali del carabiniere morto nell’incidente, si prega per la vita dell’altro militare

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Si prega nel Vallo di Lauro per le sorti del carabiniere Attilio Picoco, di 44 anni ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale san Giovanni Bosco di napoli dopo l’incidente di ieri lungo la statale 7 bis nei pressi di Pomigliano in cui sono morti un altro collega Vincenzo Ottaviano, di Roccarainola e il vigilante Benigno Di Gennaro. L’arma dei carabinieri sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione e l’inchiesta che ha causato le due vittime. Oggi pomeriggio alle 16  saranno in tantissimi a voler dare l’ultimo saluto nella chiesa di Sasso di Roccarainola al carabiniere morto. Li insieme al figlio Salvatore gestiva il campo sportivo e aveva messo in piedi una squadra di calcio che milita nel campionato regionale di seconda categoria. Ottaviano pochi giorni fa aveva festeggiato il suo 40 compleanno e la moglie gli aveva regalato un’auto. Da oggi sarebbe dovuto andare in ferie e invece si celebreranno i suoi funerali. Nel frattempo il 26enne di Sant’Antimo, Carmine Sannino che con la sua Volkswagen Golf ha travolto e ucciso il carabiniere, il vigilante e  ferito gravemente il terzo militare, è stato denunciato per omicidio stradale. L’auto gli è stata sequestrata e la patente gli è stata ritirata. Il giovane è stato sottoposto anche all’esame dell’alcol test e del narco test per capire se era lucido al momento dell’incidente.

PUBBLICITA

 


googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE