Da Napoli alla Penisola sorrentina a caccia di autoradio: presi i due della Musa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Vico Equense: da Napoli in penisola sorrentina a caccia di impianti stereo. Carabinieri arrestano 2 giovani. In un giorno avevano depredato 3 auto. I Carabinieri della Stazione di Vico Equense, coadiuvati in fase esecutiva da colleghi di Napoli, hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare ai domiciliari emessa dal GIP di Torre Annunziata. Arrestati Luciano Branni, un 27enne di via Claudio Miccoli già noto alle forze dell’ordine e in atto detenuto a Poggioreale per altra causa e il suo complice Giovanni Focaccio, 26enne, di via dei Papiri Ercolanesi, anch’egli già con precedenti.
Indagini svolte dalla Stazione di Vico Equense anche tramite l’analisi di filmati di videosorveglianza pubblici e privati forniscono inconfutabili indizi di colpevolezza dei 2 che il 1° marzo, di giorno, dopo essere giunti in zona a bordo di una Musa avevano preso a girare per il paese e adocchiato tre vetture parcheggiate in punti diversi.

Poi, in un caso rompendo il deflettore lato guida e negli altri due impedendo la chiusura a distanza con qualche sistema elettronico in via di accertamento, avevano rubato dalle auto altrettanti impianti stereo completi di navigatore satellitare, un iPad e altro materiale, per un valore complessivo di circa 2.500 euro. Dopo le formalità di rito Branni è rimasto rinchiuso nella Casa Circondariale mentre Focaccio è stato sottoposto ai domiciliari nella sua casa di residenza.






LEGGI ANCHE

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE