Napoli. Branco in azione al : il 19enne arrestato ieri è , nipote di ‘o tedesco, il ras del quartiere. È il 19enne del e si chiama , nipote del boss “’o tedesco”. Il giovane è accusato di , già indagato nella prima fase delle indagini, nei suoi confronti vi sono le prove raccolte in questi mesi e in particolare le testimonianze dei ragazzi e le immagini della videosorveglianza. Ma le indagini dopo l’ordinanza di ieri agli arresti domiciliari non sono ancora finite, mancano le identificazioni di almeno altri quindici componenti del branco che agì il 9 dicembre scorso, in via Scarlatti. Fu preso di mira un 15enne di Scampia e a scatenare la furia della su uno ‘sguardo’ di troppo. Uno dei ragazzino fu preso a calci e pugni, poi accoltellato con un coltello ‘a farfalla’. Fu ridotto in fin di vita, ma per fortuna ora sta meglio. Le indagini degli agenti della squadra giudiziaria del commissariato del , diedero subito i primi risultati. Furono visionate le immagini del McDonald’s, poi quelle di sicurezza di molti negozi di via Scarlatti. Infine un indizio condusse alla , quasi tutti sono figli di pregiudicati del Vomero, alcuni legati al clan Cimmino. A marzo scattarono i primi cinque arresti. Uno solo era maggiorenne e altri quattro minorenni. Furono tutti portati in comunità, tranne il 18enne agli arresti domiciliari. Poi, nei mesi scorsi la nuova svolta. Il presunto capobranco è stato fermato con un provvedimento firmato ieri dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli si tratta di , nipote di ‘o tedesco. Era lui, secondo la ricostruzione degli inquirenti, che guidava la di aspiranti assassini che agirono con inaudita ferocia e si accanirono contro un gruppo di ragazzini ed in particolare contro il 15enne.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..