terzigno
______________________________

Finito in manette con l’accusa di aver maltrattato e picchiato la moglie, un insospettabile imprenditore dell’area vesuviana. E’ titolare di un ingrosso di articoli per la casa e ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla procura di Nola ed eseguita dai carabinieri di Terzigno dove vive con la moglie e i figli.
La denuncia della donna, stando a quanto raccontato da lei e ricostruito dalle forze dell’ordine, ha messo fine ad anni di vessazioni. Per molto tempo i due hanno dato l’impressione di vivere una vita tranquilla, invece l’uomo spesso assumeva atteggiamenti violenti, sia verbali che fisici. Ha più volte aggredito la donna che ha dovuto ricorrere alle cure mediche e tutto questo è durato fino a quando, qualche giorno fa, la donna non ha trovato il coraggio di denunciare.
Si è presentata in caserma e ha chiesto di parlare col maresciallo. Ha raccontato anni di difficoltà, un rapporto compromesso ed un ricorso alla violenza da parte del marito che si è fatto sempre più frequente. All’inizio la donna si è medicata da sola, evitando sempre di andare in ospedale. Poi anche per lei è stato necessario ricorrere alle cure dei medici. Dopo aver raccolto la denuncia della donna, i carabinieri hanno avviato le indagini: una serie di controlli e verifiche, per capire quanto fosse veritiera la versione dei fatti della vittima. La donna è stata ascoltata altre volte ancora, al pari di altri componenti del nucleo familiare. Sono stati incrociati dati e circostanze, poi la procura ha emesso un’ordinanza per cui l’uomo si trova ora in stato di fermo al carcere di Poggioreale.


Di Regina Ada Scarico

Ti potrebbe interessare..