‘Ndrangheta: arrestato il boss latitante Giuseppe Pelle

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Il boss latitante Giuseppe Pelle, considerato capo strategico e membro dei vertici della ‘ndrangheta, e’ stato arrestato dalla polizia in un blitz scattato nella notte a Condofuri, in provincia di Reggio Calabria. Pelle era nascosto in una abitazione isolata in una zona impervia alle porte del paese calabrese.
Giuseppe Pelle, classe 1960, capo strategico e membro della “provincia” della ‘ndrangheta calabrese. Il boss – ricercato dal 2016 – aveva trovato rifugio all’interno di un’abitazione situata in una delle contrade piu’ impervie dell’entroterra di Condofuri (Reggio Calabria), pressoche’ irraggiungibile in quanto priva di strade percorribili ed isolata dal greto accidentato di una fiumara aspromontana che ne rende difficoltoso l’accesso. I particolari della vasta operazione di polizia coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Reggio Calabria e condotta dagli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Calabria e del Servizio centrale operativo saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma alle 11.00 presso la sala convegni della Questura di Reggio Calabria.


Torna alla Home


Oroscopo di oggi 21 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): Oggi potresti sentirti un po' in tensione, Ariete. Mercurio in transito nella tua casa della comunicazione potrebbe portare a fraintendimenti o dispute. Cerca di mantenere la calma e evita di saltare a...
Nessun "6", realizzati due "5+1" da 322.004,05 euro, uno a Genova e l'altro a Cesa, provincia di Caserta. Il jackpot per il "6" sale a 93.600.000,00 euro. Questa la combinazione vincente del concorso Superenlotto di oggi: 26-34-40-53-60-68. Numero Jolly: 82. Numero Superstar: 19. Queste le quote del Concorso Superenalotto/Superstar n.63 di...
"L'approccio alla partita da parte dell'Empoli è stato feroce, mentre noi eravamo molli e timidi. Questo modo di scendere in campo per il Napoli è inconcepibile, ma la responsabilità è mia. Evidentemente non sono riuscito a trasmettere alla squadra le giuste motivazioni". Lo ha dichiarato Francesco Calzona, allenatore del Napoli,...
Meret: 6. Incolpevole sul gol, disarmato dal pessimo comportamento della difesa che lascia tutto solo Cerri a due passi dalla porta. Inoperoso e non costretto a parate difficili per quasi tutto il resto della gara. Di Lorenzo: 5. Cerca disperatamente di chiudere su Cerri sulla rete, ma viene sovrastato dall'attaccante...

IN PRIMO PIANO