Napoli, vigilante ucciso, Bassolino: ‘E’ un problema che riguarda tutti, Napoli è diventata più cattiva e ...

SULLO STESSO ARGOMENTO

Anche l’ex governatore della Campania ed ex sindaco di Napoli, Antonio Bassolino interviene sulla vicenda del vigilante  Franco Della Corte ucciso da tre baby assassini alla stazione della Metropolitana di Piscinola. ”E’ problema di ordine pubblico, di coesione sociale, di spirito civile e ci riguarda tutti: istituzioni e partiti, sindacati e imprenditori, associazioni e singoli cittadini. In gioco e’ il futuro di Napoli, dei nostri figli e dei loro figli” scrive  sulla sua pagina facebook. E poi aggiunge: ”Anche in altre città italiane e in altri Paesi succedono gravi fatti di delinquenza giovanile e minorile. Nei giorni scorsi una ragazza italiana di origini egiziane e’ morta per le botte prese a Nottingham da una gang di bulle. Ma a Napoli  le aggressioni si ripetono e tutto é reso più difficile dalla contiguità con un diffuso humus camorrista e da un forte degrado civile.Colpiscono poi, nell’assassinio della guardia giurata di Piscinola, la fredda ferocia e la terribile e gratuita modalità del cranio fracassato, l’inaudita sproporzione tra una vita spezzata e il movente della pistola da rubare. Si resta davvero senza parole. La città  si è anche incattivita, e da noi si avverte più che altrove perché più forti sono storicamente stati i legami di solidarietà e di vicinanza umana. Per fortuna rimangono e agiscono tante realtà di volontariato e di impegno in aree delicate ed esposte, e però da sole non possono bastare. E’ enorme il tema che ci è di fronte e guai a chiudere gli occhi, a girare la testa da un’altra parte, a fare il gioco dello scarico di responsabilità”.







LEGGI ANCHE

Qualiano, 15enne in giro con tirapugni, coltello e proiettile

Un 15enne di Qualiano è stato denunciato per il possesso di armi dopo essere stato fermato dai carabinieri in sella a uno scooter senza assicurazione. Durante un controllo alla circolazione, i militari hanno scoperto un tirapugni, un coltello a scatto di 21 centimetri e 49 cartucce a salve nascoste nel sottosella del veicolo. Il giovane, che era in compagnia di un amico,  è stato trovato particolarmente nervoso al momento dell'arresto. Il materiale è stato sequestrato insieme allo...

Caivano, casa trasformata in piazza di spaccio: arrestate due donne

Valentina Cirico e Filomena Ambrosio, rispettivamente di 33 e 35 anni, avevano trasformato la casa in una vera e propria piazza di spaccio in cui ricevevano i clienti. I carabinieri stavano monitorando il continuo via vai di persone da quell'abitazione di Caivano e quando hanno capito che potevano trovare la droga sono intervenuti. Durante la perquisizione, infatti i Carabinieri hanno sequestrato 90 dosi di cocaina, 108 grammi della stessa sostanza da suddividere, 6 bustine di marijuana...

Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE