PUBBLICITA

< Tutte le notizie

Napoletani scomparsi: i familiari in Questura per il prelievo del Dna. In Messico arrestati 18 membri del Cartel Jalisco Nueva Generation

I familiari dei tre napoletani, Raffaele Russo, i figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino, scomparsi in Messico sono stati convocati, nei giorni scorsi, negli […]

PUBBLICITA

I familiari dei tre napoletani, Raffaele Russo, i figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino, scomparsi in Messico sono stati convocati, nei giorni scorsi, negli uffici della Questura di Napoli, per il prelievo di campioni organici da utilizzare per eventuali test del Dna. Lo rende noto l’avvocato Luigi Ferrandino, legale delle famiglie dei tre italiani scomparsi in Messico. “Dopo il video appello postato sui social dalle donne delle famiglie Russo e Cimmino, – fa sapere ancora Ferrandino – la Farnesina ha contattato i parenti degli scomparsi ai quali ha manifestato la propria disponibilita’ a fornire assistenza in loco qualora decidessero di recarsi in Messico: una disponibilita’ che, pero’, ha suscitato disappunto”. “Ho appena appreso che la prossima settimana una delegazione della Farnesina – riferisce infine l’avvocato delle famiglie Russo e Cimmino – si rechera’ in Messico per incontrare le autorita’ locali e cercare di imprimere una svolta nelle indagini sulla scomparsa dei nostre tre connazionali”. La delegazione della Farnesina sarà composta dal sottosegretario agli Esteri Vincenzo Amendola e da due funzionari, che si rechera’ la prossima settimana in Messico per seguire piu’ da vicino la vicenda della scomparsa dei tre italiani, di cui non si hanno piu’ notizie dallo scorso 31 gennaio. Lo rende noto l’avvocato Claudio Falleti, legale delle famiglie dei tre napoletani scomparsi. Il sottosegretario, coadiuvato dall’ambasciata italiana di Citta’ del Messico, terra’ una serie di incontri con le autorita’ locali. Intanto oggi i giornali messicani parlano dell’arresto di ben 18 componenti della banda criminale del Cartel jalico Nueva Genration la stessa che sarebbe coinvolta nel rapimento dei tre napoletani. Gli arrestati sarebbe coinvolti nell’omicidio
di due agenti la procura generale della Repubblica e degli agenti  dell’agenzia di ricerca criminale (AIC), avvenuto in febbraio.

COMMENTA

LEGGI ANCHE

IN PRIMO PIANO

Pubblicità