Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio Napoli

Le pagelle del Napoli

Pubblicato

in



Reina 5,5 – Incolpevole sul gol di Politano, male nella ripresa su una mancata trattenuta che regala una chance a Berardi.

Hysaj 6 – Un rischio su Rogeiro, ma per il resto non è dalla sua zona che arrivano i pericoli maggiori.

Albiol 5,5 – Il giallo del primo tempo lo condiziona anche in qualche intervento.

Koulibaly 5,5- Si perde Peluso che colpisce la traversa nell’azione del gol.

Mario Rui 6 – Tante iniziative quando il pallone scotta ed il sembra avere poche soluzioni. Suo il cross velenoso che porta all’1-1.

Allan 5,5 -Non trova le solite percussioni palla al piede (dal 37’st Diawara sv)

Jorginho 5,5 – Alterna qualche errore a passaggi piuttosto leggibili toccando varie volte il pallone (dal 19’st Milik 6,5 – Cambia la partita e dà la scossa ad un Napoli sterile nella ripresa)

Zielinski 5,5 – Condizionato anche dagli scambi con un Mertens spento.

Callejon 6,5 – Il migliore del Napoli, attacca la profondità finendo di pochissimo in fuorigioco in almeno due occasioni.

Mertens 5 – Fatica ad entrare in partita, a tratti anche a stare in piedi sul terreno di gioco. (al 30’st Hamsik sv)

Insigne 5,5- Errore sotto porta in cui manda fuori dopo un bel dribbling su Lirola. In almeno altre due occasioni sono maggiori i meriti di Consigli

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Di Marzio a Radio Marte: “Osimhen deve giocare sempre. Lozano? Bisogna usarlo e poi farci la croce”

Pubblicato

in

Di Marzio a Radio Marte: “Osimhen deve giocare sempre. Lozano? Bisogna usarlo e poi farci la croce”

 

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore.
“Vecino? Buon giocatore, di esperienza. Chiaramente dev’essere collocato in una certa zona del campo e dev’essere compatibile con altri giocatori. Non dobbiamo fare le figurine da incollare e basta. Bisogna vedere se è confacente al progetto tattico del di Gattuso. Penso che al momento si partirà con il 4-3-3, poi non so. Osimhen? Per quanto mi riguarda lo farei giocare sempre, mi sono meravigliato del fatto che non sia partito titolare a Parma.
Maksimovic titolare? Lui è migliorato tantissimo, fu pagato 25 milioni. E’ abbastanza macchinoso, ha un grande fisico ma è migliorato moltissimo, sia con Ancelotti che con Gattuso. Brozovic? Ha piedi buoni ma è anche un lottatore, io lo prenderei subito. Il Napoli deve prendere giocatori giusto, con questa intelaiatura si può lottare anche per il primo posto. Lozano? Buon giocatore ma soffre il calcio italiano perché è leggerino e non ha forza muscolare. Giocatori come lui, Ounas e Younes…bisognerebbe prenderne uno solo ma forte vero. Lozano ha margini di miglioramento? Io dico di no. Bisogna usarlo e sfruttarlo e poi farci la croce.
Lobotka o Demme? Io preferisco Demme perché è più lottatore e ha più temperamento. Lobotka è più geometrico ma non ti fa piangere o ridere, non è determinante anche se fa il suo compitino. 4-3-3 o 4-2-3-1? Bisogna giocare con il modulo in rapporto ai giocatori. In fase di non possesso bisogna avere gente che è superiore rispetto a chi c’è adesso per fare il secondo modulo. Personalmente io non farei a meno di Osimhen, il giocatore è di buon avvenire. Non è solo un contropiedista ma sa anche alzare la testa. Altrimenti si può tentare anche il 4-3-2-1.
Palmiero? Io l’avrei tenuto, è un buon giocatore. Un giovane del vivaio che avrei mantenuto in rosa”.

 

Continua a leggere



Calcio Napoli

Calcio: Napoli,Gattuso prepara il 4-2-3-1 per battere Genoa Atteso via libera Regione per 1000 spettatori al San Paolo

Pubblicato

in

Il finale di Parma ha dato il verdetto e Rino Gattuso sembra pronto ad applicarlo anche domenica, passando al 4231. E’ questa l’idea che segue il tecnico azzurro, consapevole dell’impatto di Osimhen sul e di come il nuovo tridente dei piccoli Lozano-Mertens-Insigne possa insieme al nigeriano spaccare difese molto chiuse come quella che ci si aspetta dal Genoa domenica, dopo aver fatto crollare il fortino del Parma nello scorso week-end. La svolta dovrebbe arrivare, dunque, in attesa di un centrocampista che possa aumentare il peso di filtro del centrocampo a due. Tra le idee su cui sta lavorando il ds Giuntoli, in continuo contatto con il tecnico e con il presidente De Laurentiis chiuso nel suo isolamento covid, c’e’ ora Vecino a cui il si sta approcciando con l’idea di in prestito dall’Inter con diritto di riscatto, ma resta in piedi anche l’idea di puntare su Fredrik Midtsjo, 27nne norvegese dell’Az Alkmaar che gli azzurri potrebbero portare a casa per meno di dieci milioni, aggiungendo muscoli a centrocampo. Intanto prosegue la telenovela Koulibaly, che Gattuso e’ comunque pronto a mandare ancora in campo domenica. Sul difensore resta forte l’interesse del Paris Saint Germain, ma non arrivano ancora le cifre chieste da De Laurentiis. Per Milik la pista piu’ concreta al momento e’ invece quella del Tottenham e potrebbe concretizzarsi anche con il polacco in prestito per un anno e diritto di riscatto dopo che avra’ convinto Mourinho. Domenica intanto c’e’ l’esordio al San Paolo con la presenza dei mille spettatori ancora in dubbio. Il attende infatti il via libera definitivo della Regione Campania, e da fonti di Palazzo Santa Lucia l’orientamento e’ di dare il si’ agli azzurri, con l’ufficializzazione che dovrebbe arrivare tra stasera e domani.

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette