Il padre non paga gli alimenti ai figli, il Tribunale decide che tocca alla nonna parterna

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è rivolta al centro antiviolenza Linearosa, ha trovato la forza di denunciare ed è seguita dall’avvocato Stefania De Martino, una estetista salernitana dopo essere stata maltrattata, umiliata e perseguitata dal marito che l’aveva costretta perfino a lasciare il lavoro per occuparsi della casa e della famiglia. Oggi però è una donna libera. Ha un lavoro stabile e una casa dove vive con i suoi figli, un maschietto di nove e una femminuccia di otto anni.
Dopo la separazione, l’ex marito formalmente disoccupato, non ha versato neppure un centesimo per il mantenimento dei figli, ma la donna tramite l’avvocato De Martino ha tirato in causa la nonna paterna che, percependo una pensione di reversibilità di 2500 euro al mese, deve accollarsi l’onere del mantenimento al posto del figlio, così come stabilito da un provvedimento firmato dal giudice Valentina Chiosi del tribunale civile di Salerno.
Questa terribile storia di violenza domestica, come riportata dall’edizione di Salerno de Il Mattino, ha inizio una decina di anni fa quando dopo un breve fidanzamento, i due decidono di sposarsi. Ben presto, però, la donna si trova a dover fare i conti con la realtà scoprendo di avere sposato un uomo geloso e possessivo che, prima, la costringe a lasciare il lavoro e, poi, le impedisce ogni contatto con il mondo esterno. Il matrimonio va avanti tra violenze e vessazioni: arrivano due bambini, uno dopo l’altro che, ben presto, cominciano anche loro a sperimentare i maltrattamenti del padre. La giovane madre è disperata e si rivolge al centro Spazio Donna. Prova a lasciare il marito e va via di casa con i figli. Poco dopo, però, ritorna perché non ce la fa e si lascia ingannare dalle promesse dell’uomo che comincia anche a perseguitarla.
Le cose vanno sempre peggio e, una sera, dopo un violento pestaggio, l’uomo afferra la moglie seminuda e la rinchiude fuori dal balcone. Le urla della sventurata attirano l’attenzione di un vicino di casa: è a lui che l’estetista chiede di chiamare il suo legale. Ricorda a memoria il numero del centro antiviolenza: l’avvocato Stefania De Martino fa scattare l’intervento. Partono le denunce in sede penale a cui segue la separazione. Ora con il suo lavoro può permettersi l’affitto di una casa e vive finalmente una condizione più serena.






LEGGI ANCHE

Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

Tre omicidi in 10 giorni, maxi blitz a Castellammare e Torre Annunziata

Tre omicidi in 10 giorni, un fermo e un maxi blitz a Castellammare di Stabia e Torre Annunziata.E' questo il bilancio della recrudescenza di...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE