Il gendarme eroe: si è sposato in punto di morte

epa06625963 A undated handout picture taken in Carcassonne in 2018 made available by the French Gendarmerie Nationale on 24 March 2018, shows Lieutenant Colonel Arnaud Beltrame killed after swapping himself in exchange of an hostage during a terrorist attack in Trebes, southern France, on 23 March 2018. Arnaud Beltrame took the place of a female hostage at the Super U store in the town of Trebes, near the Pyrenees mountains. Four victims have been confirmed killed and at least 15 others injured in the attack. The attacker, named as 26-year-old Redouane Lakdim, said he was fighting on behalf of the Islamic State group. EPA/HANDOUT GENDARMERIE NATIONALE HANDOUT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
google news

Il tenente-colonnello Arnaud Beltrame, morto questa mattina dopo essersi volontariamente offerto in ostaggio al terrorista Radouane Lakdim in cambio della libertà per una donna, è stato unito in matrimonio religioso con la sua compagna questa notte, poco prima di morire.
Padre Jean-Baptiste, un sacerdote che conosceva bene Arnaud e la compagna Marielle, è arrivato di corsa nella hall dell’ospedale di Carcassonne, quando ormai l’ufficiale dei gendarmi era moribondo. Il religioso ha chiesto di vedere Arnaud, che da alcune settimane, insieme con Marielle, con la quale erano già sposati civilmente, avevano dedicato “una trentina di ore” alla preparazione del matrimonio cattolico. La data delle nozze religiose era stata fissata per inizio giugno.
“Prego – ha detto padre Jean-Baptiste dopo un’ora in sala rianimazione al capezzale dell’ufficiale con la sua compagna – per queste nozze. Gli ho impartito il sacramento del matrimonio e quello dell’estrema unzione”.