Gli italiani sempre più connessi alla rete: per cosa si usa Internet?

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un binomio, quello tra italiani e tecnologia internet, che continua a crescere e ci sarebbe forse bisogno di aggiungere il ‘per fortuna’ dato che i numeri di qualche anno fa ponevano il nostro paese agli ultimi posti per uso della rete.
E non si deve neanche tornare indietro di un’era geologica, visto che era appena il 2016 quando l’Italia venne inserita al penultimo posto della classifica Ue; non che l’uso di internet sia necessariamente un qualcosa di virtuoso, questo è bene chiarirlo. Ma si parla di una tecnologia che ha cambiato il mondo e restare indietro non è concesso.
Negli ultimi mesi quindi gli italiani hanno incrementato il proprio utilizzo della rete: passano in media 4 ore davanti al pc, delle quali 2 sui profili social vari ed eventuali; e si informano sempre più su internet, soprattutto per quanto riguarda i più giovani dato che le generazioni precedenti continuano ad avere un legame profondo con la televisione.
Ed è proprio alle nuove generazioni che si deve guardare per comprendere come si sta rivoluzionando il concetto di web, oggi sempre più utilizzato per qualsiasi scopo. Detto della predilezione per social e informazione online, ci sono una serie di attività che gli italiani, soprattutto i più giovani, tendono a demandare alla tecnologia web. Qualche esempio?
La gestione del proprio portafogli di investimento: buona parte degli italiani ha ormai un conto corrente home banking, gestibile quindi tramite internet potendo quindi effettuare operazioni di ogni tipo direttamente online. E chi ha un home banking speso si lascia attrarre anche dalla possibilità di investire online.  
E proprio il trading online è una delle voci più in crescita per quanto riguarda il web: si parla di investire usando la rete, grazie ai servizi offerti dalle piattaforme di trading online della rete. Lo si può fare anche tramite una banca, come detto, ma sono proprio i broker del web, moderni intermediari, ad andare per la maggiore.
In rete è possibile scegliere la piattaforma di trading online e iniziare a investire con pochi click. Una vera e propria rivoluzione nel mondo della finanza e degli investimenti che è specchio fedele di quanto le abitudini siano cambiate grazie ai mutamenti tecnologici.
La rete come strumento ludico quindi, ma anche concreto dato che si parla di investire i propri risparmi; rientrano invece nella prima sfera, quella ludica, i giochi d’azzardo, sempre più fruiti tramite supporti multimediali. In sostanza non ci si reca più in qualche luogo fisico, ma si tende a fare tutto online, simulando di stare seduti ad un tavolo verde.
Una vera e propria rivoluzione che ha trasformato internet nel mondo reale e, viceversa, ciò che n tempo era la realtà in un qualcosa di poco frequentato.  

 


Torna alla Home


I campioni stranieri della Serie A raccontano il ‘Made in Italy’

Un'iniziativa volta a celebrare l'unicità e la bellezza dei territori italiani prende forma grazie alla collaborazione tra la Lega Serie A, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ice-Agenzia e i 20 Club di Serie A Tim. Il progetto "Campioni del Made in Italy", illustrato sul sito...

Il Napoli a lavoro verso l’Empoli: lavoro personalizzato per due difensori

Il Napoli è sceso in campo questa mattina per prepararsi al meglio in vista della prossima sfida di campionato contro l'Empoli, in programma nella giornata di sabato al 'Castellani'. Sul campo 1 del centro sportivo, i giocatori hanno affrontato una sessione di allenamento articolata. L'allenamento è iniziato con esercizi di...

Gli studenti di Caivano in stage a Coverciano. Gravina: “Un’iniziativa di valore”

Il ristorante e l'albergo di Coverciano, diventati ormai punti di riferimento nel panorama calcistico italiano, non solo ospitano il Centro Tecnico Federale ma sono anche luoghi di ritrovo per gli Azzurri e le Azzurre durante i loro ritiri per preparare gli impegni internazionali. Situati alle porte di Firenze, questi...

Napoli, da inizio anno la Finanza ha sequestrato beni per 60 milioni di euro

Da inizio all'anno, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito 16 decreti di sequestro di beni per un valore totale di oltre 60 milioni di euro, nell'ambito di un'azione mirata a contrastare la criminalità economica. Azioni che sono state coordinate dalle Procure competenti sul territorio partenopeo...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE