Castellammare. Un tuffo nel passato che preoccupa chi ha vissuto gli anni in cui si sparava il giorno prima e pure l’altro. Il timore, invece, di chi quegli anni li ha vissuti solo nei racconti dei 40-50enni e che sembrano riproporsi ancora una volta. E’ questo il sentimento comune che, alla luce degli ultimi accadimenti in città, provano gli stabiesi. E l’allarme è alto. Sono cinque i raid in poco più di un anno. Un dato raccapricciante, triste, che fa riflettere. Una riflessione seria e profonda. Puntare il dito alla ricerca dei colpevoli non risolverà il problema. C’è chi però ha una precisa responsabilità nei confronti di un degrado senza precedenti, in primis la politica.
A distanza di 30 anni ancora una volta per uscire di casa bisogna stare attenti, evitare di frequentare dei luoghi. Un vero e proprio decalogo per le tante brave persone che non vogliono problemi e non vogliono trovarsi in particolari situazioni. Negli ultimi 13 mesi le sparatorie in città, soprattutto al centro, sono state tante, troppe tanto da superare la media di qualsiasi comune italiano. Per il sindaco Tony Pannullo però non bisogna allarmarsi più di tanto: “I due eventi incresciosi che si sono verificati nell’ultima settimana non cambiano il livello di attenzione, sempre altissimo, da parte delle istituzioni nei confronti della criminalità – dice il primo cittadino. Ancora una volta il sindaco minimizza sulla questione sicurezza, affermando che Castellammare è una città sicura. Eppure i fatti di cronaca raccontano altro, raccontano di una città in cui si scende tranquillamente armati di coltelli e pistole, una città in cui si può liberamente cacciare un’ arma, nel cuore della notte e nei luoghi della movida, e sparare. Sparare per uccidere e lo si può fare in modo indisturbato. Così come avvenuto sabato scorso. Fortunatamente la vittima, colpita all’addome, è riuscita a cavarsela. Pare non si tratta di fatti legati alla camorra ma a questioni personali tra giovanissimi che si risolvono con pistole. Nell’ultimo anno, si è sparato per una ragazza contesa alla sagra del carciofo al rione Annunziatella, in quella circostanza il piombo colpì anche persone “estranee” ai fatti. Si è sparato per vendicare una liti tra giovanissimi in villa comunale, si è sparato per una truffa assicurativa, si è sparato ancora l’altra notte per motivi ancora da verificare ma che rimandano con molta probabilità a questioni, ancora una volta, personali. Intanto il Primo Cittadino cerca di rassicurare tutti ed elogia le forze dell’ordine per l’encomiabile lavoro che svolgono. “In ogni caso, garantisco agli stabiesi che il nostro livello di attenzione sul tema della sicurezza non varia in base agli eventi, ma resta sempre elevato – afferma. Evitiamo di farci del male da soli parlando di una città meno sicura”. Sulla questione è intervenuto anche l’ex vice sindaco che ha affidato il suo pensiero in un lungo post su Facebook. Tra le righe si legge la preoccupazione di un padre che ha figli che frequentano e vivono la città. “Non amo la parola emergenza, ma si tratta dei nostri figli, potrebbe accadere in ogni istante ad ognuno di loro, per sbaglio, o per aver incrociato lo sguardo di un coetaneo senza scrupoli. Mi sembra che ci siano tutti gli ingredienti per essere allarmati – scrive. Le forze dell’ordine stanno facendo tantissimo. Ognuno di questi episodi ha trovato un nome ed un cognome. Un responsabile e anche la ricostruzione del clima da branco in cui questi eventi delittuosi son maturati. Ma le forze dell’ordine non bastano, esse intervengono quando è tardi, quando la vita di un giovane già è stata messa in pericolo[…]Gli episodi non sono pochi e nell’ultimo ci stava per scappare il morto. La testa sotto la sabbia non serve. Serve mobilitarsi e fare il proprio dovere. A partire dalla costruzione di un esercito di assistenti sociali che a Castellammare non c’è. Una sola assistente sociale stanca e sola, innanzi a ciò che sta accadendo in città è di certo una grave emergenza”.

LEGGI ANCHE  I murales della criminalità e della camorra. Napoli divisa: manifestazione per difendere il murale di Ugo Russo ed appelli per la legalità

Emilio D’Averio


Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Castellammare piange Carmela, mamma di 41 anni morta per covid al Cotugno

#MariaScarrica, mamma di due figli, è deceduta dopo una lunga battaglia con il virus. Positivo anche il parroco della chiesa...
Leggi tutto

Controlli dei Nas nei bar degli ospedali

Sono state rilevate ben 132 irregolarità su 382 #ispezioni effettuate
Leggi tutto

Medico di famiglia muore per covid a Torre del Greco. I cittadini chiedono la zona rossa

#MariaTeresaD'Istria aveva 66 anni, Ieri anche un'altra vittima di 63 anni e ben 164 nuovi positivi
Leggi tutto

Oroscopo di oggi la giornata segno per segno

Le previsioni dello #Zodiaco per oggi 2 marzo
Leggi tutto

Partita la sperimentazione del vaccino italiano Takis

#LucaRivolta, cuoco di 21 anni e' stato il primo a ricevere il nuovo vaccino
Leggi tutto

Caos Torino-Lazio: per la Lega si gioca ma l’Asl blocca i granata

I calciatori del #Torino sono in quarantena fino alla mezzanotte di domani e quindi impossibilitati a partire per #Roma
Leggi tutto

Muore per arresto cardiaco dopo lite con un conoscente: inchiesta a Benevento

La vittima è un uomo di 47 anni che ha litigato con un 32enne. E' accaduto davanti a un bar...
Leggi tutto

La Ue firma con Moderna la fornitura di altre 300 milioni di dosi di vaccini

La Commissione europea ha firmato con Moderna un secondo contratto per la fornitura di altre 300 milioni di dosi del...
Leggi tutto

Il Comune di Napoli annuncia: slitta al 30 aprile pagamento Tari per i commercianti

La giunta comunale di Napoli ha approvato oggi nel pomeriggio il differimento al 30 aprile del termine per il versamento...
Leggi tutto

Arrestato giovane migrante a Caserta: addosso aveva 46 grammi di hashish già diviso in dose

L’uomo, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 46 grammi di sostanza stupefacente
Leggi tutto

Francia: Sarkozy condannato a 3 anni per corruzione e traffico influenze. ‘Faremo ricorso’

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy farà appello contro la condanna a 3 anni
Leggi tutto

Festa di compleanno in un agriturismo con 50 invitati interrotta dalla polizia

E’ quanto accaduto nel tardo pomeriggio di domenica 28 febbraio in località Vignarella a San Prisco
Leggi tutto

Piazze di spaccio nell’Agro Aversano gestito dai Milone: in 29 optano per il rito abbreviato

E' quanto accaduto nel corso della prima udienza del processo con gli imputati che sono stati ammessi al rito alternativo.
Leggi tutto

Napoli, oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo

Oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo
Leggi tutto

Napoli, falsa polizza assicurativa per l’autovettura: denunciato il titolare di un’agenzia

Sono in corso ulteriori indagini al fine di accertare ulteriori condotte illecite nei confronti di altri inconsapevoli automobilisti.
Leggi tutto

Il covid stronca un dirigente della squadra mobile di Benevento

#LuigiVoccola, 51 anni è morto stamane all'ospedale Rummo di Benevento dopo oltre un mese di degenza
Leggi tutto

Muscarà: ‘Sartoria Canzanella, grazie a mia mozione tuteleremo eccellenza storica’

“Nostro impegno perché resti a Napoli e dia vita a scuola e museo laboratorio”
Leggi tutto

Contro la violenza di genere, esce il libro ‘100 Donne per Tutte’

Il libro è indirizzato a chi desidera informarsi, conoscere storie di coraggio quotidiano e sostenere un cambiamento culturale dal basso
Leggi tutto

‘Segreti in giallo Edizioni’ compie un anno: la collana editoriale diretta da due sannite

40 le pubblicazioni in catalogo, storie originali e autori da ogni parte d’Italia
Leggi tutto

Covid, si conferma in netta crescita la curva epidemica in Italia: 7,8%

La regione piu' casi e' l'#EmiliaRomagna (2.597), seguita da #Lombardia (2.135) e #Campania (1.896). 
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..