Ubriaco alla guida piombò sui tavolini di un bar uccidendo 4 ragazzi tra cui il fratello: 10 anni di carcere

SULLO STESSO ARGOMENTO

La cassazione ha confermato in via definitiva la sentenza di condanna a 10 anni e 4 mesi di reclusione, per Gianni Paciello, il 25enne di Sassano, che a settembre del 2014 alla guida della propria Bmw travolse ed uccise quattro giovani. Confermate quindi le accuse di omicidio colposo plurimo. Il giovane ubriaco, piombò ad alta velocità con la sua vettura su di un tavolino di un bar della frazione Silla di Sassano uccidendo i fratelli Giovanni e Nicola Femminella, Daniele Paciello e Luigi Paciello, quest’ultimo fratello dello stesso Gianni Paciello.
I due avvocati del 23enne, Alfonso Giuliano e Gennaro Lavitola, avevano chiesto nel corso dei primi due gradi di giudizio ulteriori perizie sia sull’auto che sulle condizioni fisiche dello stesso Paciello, chiedendo se non fosse stato riaperto il dibattito l’assoluzione per il loro assistito o quanto meno la pena con la quale volevano patteggiare all’inizio del procedimento (5 anni e 4 mesi da scontare di un terzo).


Torna alla Home


Scampia, spacciava eroina in strada: arrestato 51enne

Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il servizio di controllo del territorio in via Annamaria Ortese nel quartiere di Scampia, hanno notato una persona all’esterno di uno stabile che, dopo aver ricevuto una banconota, ha consegnato qualcosa ad un soggetto che si...

Napoli, presi i ladri dei Decumani: furto di un Rolex da 50mila euro a un turista

Traditi dalla targa dello scooter e grazie alla caparbietà degli investigatori due esperti e spericolati ladri di orologi di lusso stamane sono finiti in manette. La Polizia di Stato ha infatti eseguito questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di...

Per non sentirti sola, ultimo singolo di Kira

Kira pubblica il suo ultimo singolo intitolato "Per non sentirti sola", una canzone che nasce da una profonda esperienza personale e affronta tematiche universali legate alla perdita e al processo di lasciar andare. La canzone trae ispirazione da una storia personale di Kira e offre un'emozionante riflessione sul dolore della...

 Avellino, paziente di Napoli risarcito di 45mila euro dall’ospedale Moscati

L'Ospedale Moscati di Avellino ha concordato di versare un risarcimento di 45mila euro per evitare una condanna giudiziaria in relazione a un caso di intervento inutile a cuore aperto su un uomo di cinquant'anni proveniente da Napoli. Lo Studio Associati Maior, che ha rappresentato il paziente, ha confermato che quest'ultimo...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE