Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Calcio

Salernitana: Lotito fa la formazione…

Pubblicato

in

lotito coronavirus


«Sprocati non deve giocare dietro le punte, è un attaccante esterno e dà il suo meglio quando viaggia sulla fascia. Io avrei giocato col 3-4-2-1 in una partita comunque stregata, in cui non è mancato impegna da parte di nessuno». Ormai immancabile per Claudio Lotito la stilettata tattica al suo allenatore. Che arriva dopo uno 0-0 che ha rischiato di trasformarsi anche in qualcosa di diverso. Il co-patron è deluso, come anche Bollini, e punta l’indice su alcuni episodi «che potevano essere giudicati diversamente dall’arbitro» ma anche sul «poco cinismo» e sul «troppo egoismo». Riferimenti non casuali al rigore reclamato dai granata per un tocco di mano di Buzzegoli in area sugli sviluppi di un corner, alla gestione poco serena di invitanti ripartenze e all’occasione finale capitata a Cicerelli che non ha visto al centro il compagno libero. «Non siamo riusciti a concretizzare le nostre chances. In alcuni frangenti bisognava tirare e non è stato fatto, in altri bisognava invece passare la palla l’accusa dell’Imperatore Claudio, piombato negli spogliatoi per parlare alla squadra al 90′ Bisogna riacquisire maggiori certezze e automatismi, in attesa del recupero di calciatori importanti. Avevamo tantissime assenze, quasi tutta la difesa era fuori e c’erano degli elementi adattati».

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

E’ virale sul web la foto del balletto di Mertens, Osimhen e Insigne

Pubblicato

in

E’ diventata virale sul web la foto del balletto tra Osimhen, Mertens e Insigne al primo gol di “Ciro” al Tardini di Parma che ha dato il via alla meritata vittoria del Napoli nella prima di campionato.

Con quei 30 minuti che hanno cambiato il corso della gara, il gigante nigeriano è entrato subito nel cuore dei tifosi napoletani. Victor si è subito adeguato allo stile del Napoli ed è corso a ballare “lingua fuori” con Mertens e Insigne. “L’ingresso di Osimhen è stato importante, ma io sul ragazzo non ho dubbi. E’ un attaccante di qualità ed è anche un ragazzo di grande umanità. Dopo pochi giorni era già un punto stabile dello spogliatotio. Si fa voler bene da tutti e per me, questa componente, è molto importante”, ha spiegato mister Gattuso a fine gara.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, entra il ciclone Osimhen e gli azzurri ne fanno due

“Osimhen puo’ fare la differenza, cosi’ come altri giocatori. Ad esempio Petagna ha fatto una grande preparazione e puo’ diventare importante”. Cosi’ Dries Mertens autore del gol del vantaggio nella vittoria del Napoli per 2-0 sul Parma al Tardini ha parlato dei suoi colleghi di reparto in attacco.

E capitan Insigne se lo coccola così “Osimhen ha impressionato non solo me, ma tutto il gruppo. È devastante quando attacca la profondità. Mi ricorda un po’ Cavani che attaccava la profondità con cattiveria. Ci darà una mano perché gioca diversamente da me e Dries. Può creare spazi perché attacca la profondità e i difensori scappano. Gli abbiamo detto di stare tranquillo perché è giovane. Ha tanta potenzialità per crescere. Gli daremo una mano per continuare a migliorare”.

 

Continua a leggere



Calcio Napoli

Gattuso: Osimhen ha una marcia in più ma serve equilibrio

Pubblicato

in

“Osimhen e’ un valore aggiunto, ha una marcia in piu’. Ma bisogna giocare con i principi giusti e le scelte che abbiamo fatto oggi sono state giuste. Serve equilibrio”. Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Napoli Gennaro Gattuso dopo la vittoria esterna per 2-0 sul Parma. Dopo un primo tempo senza tiri in porta, il Napoli trova la scossa nella ripresa: “Non dobbiamo regalare nulla – ha spiegato il tecnico partenopeo ai microfoni di Dazn – questa squadra gioca un grande calcio da tanti anni ma non puo’ permettersi di riaprire partite che sembravano chiuse. Quello che conta sono i principi di gioco. Per giocare a calcio bisogna correre e avere qualità, quest’ultima da sola non basta. Bisogna gestire bene i dettagli di ogni sfida. Voglio vedere una squadra ben organizzata con i principi ben chiari in testa. La squadra ha bisogno di equilibrio. Dobbiamo migliorare sulle seconde palle Stiamo giocando in un calcio anomalo che muove pochi soldi. Ma vogliamo rientrare tra le prime quattro. Negli ultimi minuti abbiamo mollato un po’. Non possiamo permetterci di regalare nulla agli avversari. Voglio vedere una squadra ben organizzata abituata a pensare partita dopo partita. Dobbiamo lavorare con serenità e grande impegno”
Spicca Osimhen nell’ultima mezz’ora di gioco dopo l’ingresso in campo: “Posso dire che e’ un ragazzo serio. Ha perso i genitori in tenera eta’, non ha dimenticato da dove e’ partito e dei sacrifici fatti. Si tratta di un ventenne con la testa di un quarantenne. Speriamo non commetta errori perche’ e’ piu’ forte di quel che dimostra in campo”. Infine c’e’ spazio per un commento su Fabian Ruiz: “Puo’ fare tutto, deve ritrovare un po’ di brillantezza persa nei giorni in Nazionale”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette