Quindicenne ferita, trovato morto l’uomo che le ha sparato, era stato denunciato due volte dalla mamma

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il cadavere del presunto responsabile del tentato omicidio della ragazza di 15 anni e’ stato trovato nelle campagne della localita’ Callone, in agro di Ischitella. Lo rendono noto i carabinieri del Comando provinciale di Foggia. Pare che si sia tolto la vita con la stessa arma usata stamattina contro la 15enne. ( La madre della ragazza di 15 anni ferita al volto da un colpo di pistola, questa mattina a Ischitella, nel Foggiano, aveva denunciato due volte il suo ex convivente, ora ricercato. In una occasione, qualche settimana fa, l’uomo aveva avvicinato proprio la ragazza, minacciandola e chiedendole dove fosse la madre. Cosa che pero’ la 15enne non gli avrebbe voluto rivelare. Sembra, inoltre, che alla sparatoria di questa mattina abbia assistito una coetanea della vittima, una sua amica. Una vicenda pero’ che, al momento, non risulta ai carabinieri che da questa mattina stanno battendo tutta la provincia alla ricerca dell’uomo. 






LEGGI ANCHE

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

San Tammaro, sequestrato autocarro con rifiuti pericolosi

Operazione delle forze dell'ordine nel comune di San Tammaro (CE) ha portato al sequestro di un autocarro Fiat Iveco sospetto di trasporto illegale di...

Pagani, sequestrata una fabbrica che riproduceva illegalmente prodotti della SSC Napoli

Un ingente quantitativo di merce contraffatta sequestrata, tre lavoratori in nero denunciati Nell'ambito dell'intensificazione delle attività di contrasto alla contraffazione, la Guardia di Finanza di...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE