Guida sotto l’effetto della cocaina, investe e uccide un 47enne in bici: fermato 27enne di Giugliano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un 47enne cittadino marocchino, Fatih Bouazza, è stato investito da una moto mentre viaggiava in sella a una bicicletta a Marcianise, sulla strada provinciale 336 al km 20. Il 47enne è deceduto sul colpo per le lesioni riportate. La moto di grossa cilindrata era guidata da C.D., 27enne di Giugliano in Campania, risultato positivo all’assunzione di cocaina, oppiacei, cannabinoidi e anfetamine. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di San Nicola la Strada. Il 27enne è stato soccorso da personale del 118 e trasportato all’ospedale civile di Maddaloni, dove è stato riscontrato affetto da un trauma cranico non commotivo, escoriazioni multiple, e fratture ed è stato giudicato guaribile in 20 giorni. Il pm ha disposto il suo accompagnamento in stato di arresto al carcere di Santa Maria Capua Vetere. C.D. è attualmente piantonato presso il reparto di chirurgia dell’ospedale di Maddaloni, dove resterà per il tempo necessario alla stabilizzazione delle condizioni sanitarie. 






LEGGI ANCHE

Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

Bimbo di 5 anni picchiato e frustato con cavi elettrici

Catania - Dopo la segnalazione della preside della scuola frequentata dal bambino, la polizia ha avviato un'inchiesta che ha portato all'arresto della madre 28enne...

Napoli, “Se non mi date i soldi vi uccido”, 5 studenti minacciati con un coltello da un presunto camorrista

Nella recente rapina avvenuta a Napoli, 5 studenti ventenni sono stati minacciati da un individuo mentre si preparavano a riprendere l'auto parcheggiata in via...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE