Giugliano, restano in cella gli scissionisti del clan delle ‘Paparelle’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Giugliano. Il giudici del Tribunale del Riesame hanno deciso che restano in carcere Aniello Di Biase, Vincenzo Micillo e Domenico Smarrazzo i tre scissionisti del nuovo clan delle Paparelle. Sono accusati di una estorsione a danno di un commerciante di auto di Gugliano. I tre erano stati arrestati dai carabinieri il 27 luglio scorso in un blitz nel loro quartiere generale ovvero le palazzine del rione Ina casa di Giugliano. Nella stessa inchiesta figurava anche Enis Mahmoud, il 22enne crivellato di colpi qualche giorno prima dell’arresto proprio nella stessa zona. Dalle indagini è emerso che la giovane vittima aveva chiesto una tangente da 5 mila a un imprenditore legato al clan Mallardo.






LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE