Seguici sui Social

Calcio

Casertana: le parole in Carriero…

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Se si potesse contare soltanto sui risultati circoscritti nei secondi quarantacinque minuti di gioco, la Casertana sarebbe in testa a punteggio pieno. Viceversa, considerando soltanto quelli registrati nelle prime frazioni di gioco, allora i rossoblù si troverebbero nei bassifondi della classifica. «Su quest’aspetto – dice il centrocampista rossoblù Giuseppe Carriero – ci siamo fatti un esame di coscienza, anche se va pur sempre considerato che siamo una squadra molto rinnovata rispetto alla stagione scorsa con diversi giocatori giunti proprio a ridosso dell’inizio del campionato. Tuttavia, almeno per quanto mi riguarda, ci sono da considerare aspetti certamente positivi come la nostra capacità di reagire al risultato negativo, di cambiare corso alla partita dopo l’intervallo. Un atteggiamento da squadra vera, di carattere, che non molla mai. Ora, però, abbiamo questo turno di riposo che ci consentirà di conoscerci meglio, di confermare quanto di buono fatto finora e, appunto, di migliorare determinati aspetti che non sono andati come volevamo». Una Casertana ben dentro questo campionato che finora si presenta assai equilibrato, anche perché condizionato dalla composizione dispari del raggruppamento in cui è inserita la compagine rossoblù. «In ogni inizio di campionato – prosegue Carriero – le sorprese sono dietro l’angolo. Poi molto dipende dal calendario. A noi, ad esempio, sono toccate due trasferte impegnative e un confronto casalingo contro una delle principali pretendenti al salto di categoria. In ogni caso, andando avanti con le giornate emergeranno sicuramente gli effettivi valori delle squadre». Per Carriero quella di quest’anno potrà essere la stagione della consacrazione? «Spero almeno di confermare il rendimento offerto l’anno scorso – dice il giocatore che in estate ha rinnovato con il club rossoblù fino al 2019 – e di migliorarmi ulteriormente. Questo con l’aiuto dell’allenatore, della squadra e della società».



Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Gattuso: ‘Grande rispetto ma con la Juve ce la giochiamo’

Pubblicato

il

Gattuso: “Con la Juve ce la giochiamo. La vittoria con la Fiorentina l’abbiamo fatta diventare facile noi”.

E’ tutto qui il Gattuso pensiero al termine della roboante vittoria per 6-0 contro la Fiorentina, viatico importante per la gara di Supercoppa di mercoledì sera contro la Juventus.

“Sembra che sia stata una partita facile, ma non lo era. L’abbiamo fatta diventare facile noi. Sull’1-0 c’è stata una grande parata di Ospina, una traversa. Poi abbiamo svoltato sulla grandissima giocata di Insigne e loro hanno perso un po’ di cattiveria. Però abbiamo fatto bene”. Poi Rino Gattuso, a proposito del famoso pranzo di giovedì ad Ercolano ha spiegato:”E’ stato di facile lettura quella decisone, era state fatte tante chiacchiere, tante inesattezze. Non c’è alcun problema con la squadra e per questo era giusto stare tutti insieme guardarsi negli occhi. Ho visto una squadra squadra che stava bene insieme, 60 persone tutti contenti e speriamo di farne ancora altri di pranzi del genere”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Insigne show e il Napoli asfalta la Fiorentina 6-0

Poi tornando alla gara Gattuso ha detto: “Oggi tutte le palle che abbiamo creato le abbiamo buttate dentro e questo ha fatto la differenza, con la squadra che ha giocato un buon calcio. Però abbiamo concesso due-tre palle su nostri errori. Siamo stati squadra a livello tattico e a livello di non possesso non abbiamo concesso quello che abbiamo concesso nelle altre gare precedenti. Voglio fare i complimenti allo staff medico e al laboratorio di Napoli per quello che hanno fatto stanotte con i tamponi. 50 gol in 24 partite non sono pochi, è normale che quando metti tanta qualità in campo qualcosa a livello di equilibrio ti può venire a mancare. Poi sono scelte”, ha proseguito il mister degli azzurri. “Non è mai facile quando pensi che le partite siano finite, bisogna sempre restare concentrati. Ecco perché ho alzato la voce un po’ di più, sapevamo che oggi non potevamo sbagliare. Ci tenevamo molto a questa partita. Come sta Petagna? Ha un problema al polpaccio, ha preso una botta, speriamo che non sia nulla di grave”.

LEGGI ANCHE  Covid, oggi 10.407 nuovi casi in Italia. Indice al 12,8%

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Insigne: ‘Questa vittoria ci dà serenità per la Supercoppa’

E infine un pensiero alla Juve: “Adesso speriamo di fare un’altra grande prestazione mercoledì (contro la Juventus in Supercoppa, ndr), ce n’è bisogno. Un trofeo è un trofeo ed è sempre importante. Giochiamo con una squadra con mentalità vincente, abitate a sfide del genere. Sicuramente non partiamo battuti, grandissimo rispetto per la Juve, ma ce la giochiamo”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette