Assegnati questa mattina i Premi Collaterali alla Mostra del Cinema di Venezia

Allo Spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo, all’Hotel Excelsior, sono stati consegnati questa mattina i Premi Collaterali della settantaquattresima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La cerimonia di premiazione è stata condotta dal giornalista della Rivista del Cinematografo Federico Pontiggia. Il Premio Signis è andato a La villa di Robert Guédiguian, “una rappresentazione contemporanea del mondo in cui viviamo oggi. La villa – si legge nelle motivazioni – ha molto da dire sui legami familiari, il significato della casa, il rapporto con i vicini (migranti), e il confronto con la popolazione che invecchia. In un tranquillo villaggio di pescatori minacciato dalla urbanizzazione, tre fratelli tornano a vedersi per prendersi cura dei genitori malati. Questo cambiamento diventa catalizzatore di speranza che coinvolge tutti. Una onesta e commovente celebrazione della vita”. Menzione speciale per Foxtrot di Samuel Maoz. Il Premio CGS – Lanterna Magica è stato assegnato a L’equilibrio di Vincenzo Marra “per la coraggiosa narrazione di un percorso di testimonianza umana e cristiana vissuto per scelta in un ambiente sociale difficile. Le tematiche forti dell’ illecito smaltimento dei rifiuti, dei poteri malavitosi, dell’omertà che nasce dalla paura, vengono affrontate da una regia asciutta e tagliente, quasi scabra, che toglie anche alla gestualità del protagonista ogni morbidezza o compromesso. Le simmetrie oppositive tra figure e situazioni sono indizi di tutta la drammatica oscillazione che dà nome all’opera: pragmatismo e coerenza ideale; paura e rifiuto della denuncia; molteplici declinazioni della preghiera, fino all’urlo di ricerca. La macchina da presa accompagna costantemente da vicino tutta la tenace missione del protagonista, definendo così una giusta distanza dal personaggio”.

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati