foto di cronache della campania

Napoli in emergenza in cerca di rilancio a Cagliari

L’attacco del Napoli e’ sempre decimato e lo rimarra’ non solo domani in occasione della sfida al Cagliari, ma ancora almeno fino al match di meta’ settimana con lo Spezia. Non si sblocca per il momento la situazione per Dries Mertens, anche se il suo rientro dal Belgio, dove e’ andato per curarsi la distorsione alla caviglia, e’ ormai imminente. Ma soprattutto si aggrava quella Osimhen, gia’ assente da due mesi per la lussazione a una spalla, e colpito ora anche dal Covid. Il Napoli nei prossimi giorni decidera’ il provvedimento da adottare nei confronti del nigeriano per aver disatteso i rigidi protocolli stabiliti dalla societa’ e aver partecipato nei giorni scorsi a Lagos alla festa dei suoi 22 anni tra decine di persone che ballavano senza indossare la mascherina.

LEGGI ANCHE  Giorno della memoria. Le commoventi slide di un ragazzino di Portici

Si attende, in ogni caso, una multa molto consistente, alla quale al momento del suo rientro a Castel Volturno, si accompagnera’ una dura ramanzina di Rino Gattuso. Nonostante le difficolta’ di formazione (Koulibaly non ha ancora smaltito il problema muscolare alla coscia sinistra) gli azzurri cercano domani a Cagliari il rilancio dopo che nelle ultime tre partite di campionato sono riusciti a totalizzare solo un punto, quello rimediato in extremis prima della sosta nella gara al Diego Maradona con il Torino.

La strada va ripresa al piu’ presto e Gattuso spera che la breve sosta di fine anno sia servita agli uomini della sua rosa per recuperare un po’ di energie che i giocatori sembravano aver perduto per quello che si e’ visto nelle esibizioni di dieci giorni fa. Il tecnico ha pochi dubbi riguardo alla formazione: Ospina in porta, Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic e Hysaj in difesa, Ruiz e Bakayoko a centrocampo, Lozano, Zielinski e Insigne dietro a Petagna, unica punta. Gattuso spera molto nell’ex spallino al quale, almeno fino a quando non rientrera’ Mertens, sara’ affidato il compito di puntare in prima battuta a risolvere il problema del gol. Al resto dovranno pensare soprattutto Lozano e Insigne mentre a Zielinski, come al solito, sara’ affidato il compito di dare anche una mano al centrocampo, modificando all’occorrenza il 4-2-3-1 in un piu’ ‘coperto’ 4-3-3.


Napoli, al Policlinico Vanvitelli oggi vaccinate 192 persone

Notizia Precedente

Lite in famiglia a Casola, uccide il cognato a coltellate: arrestato 44enne

Prossima Notizia


Scrivi la tua opinione


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Ti potrebbe interessare..