Napoli, esplosione nel parcheggio dell’ospedale del Mare: una voragine ingoia alcune auto. Evacuato il covid center.

Paura stamane a Napoli all’ospedale del Mare dove un’ampia voragine si e’ aperta nel parcheggio. Il fatto e’ accaduto all’alba di oggi. Non si registrano persone coinvolte anche se alcune autovetture sono finite nella voragine. Sul posto sono presenti i carabinieri e i vigili del fuoco e i vertici dell’Asl Napoli1. La causa potrebbe essere stata una esplosione. A scopo precauzionale è stato evacuato il covid center. Nel parcheggio interno della struttura s’è aperta una maxi voragine di 50 metri per 50, profonda almeno 15 metri, in cui sono finite almeno tre automobili. Non ci sarebbero vittime o feriti. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri. Da primi accertamenti pare che a determinare lo scoppio sia stata la perdita di ossigeno dalle condutture sottostanti.

LEGGI ANCHE  Forte crescita della curva dei contagi covid in Campania: 12,21%

La parte in cui si e’ verificato il cedimento e’ adiacente all’ospedale modulare creato come Covid center nella scorsa primavera per sopperire alla necessita’ di nuovi posti di terapia intensiva e subintensiva, lungo via Paciolla, verso la statale. Una voragine quindi distante dal Covid hospital e dalla struttura ospedaliera vera e propria. In questi giorni Napoli e’ stata flagellata da piogge, circostanze che, data la strutturale fragilita’ del terreno su cui sorge la citta’, da sempre generano voragini.

“Tra le 06.30 e 6.45 di questa mattina si e’ avvertito un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Di fatto il boato e’ stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondita’ di circa 20 metri”. Lo scrive in una nota l’Asl Napoli 1, cui afferisce il nosocomio nel quartiere Est di Ponticelli.

LEGGI ANCHE  Napoli, di nuovo pieno il Cotugno: niente file ma si teme la terza ondata

“I vigili del fuoco sono sul posto e benche’ la voragine abbia inghiottito alcune auto, al momento pare che non siano state coinvolte persone – si legge ancora nella nota – in tutto l’Ospedale del Mare al momento e’ interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale, ma il presidio e’ alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operativita’ della struttura e la piena efficienza dell’attivita’ assistenziale. Nel piu’ breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvedera’ a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilita’ a garantire acqua calda e energia elettrica”. “Al momento non c’e’ alcun elemento che induca a fare pensare ad un atto doloso”, sottolinea l’azienda sanitaria.


Rider aggredito, anche i minori confessano ‘la tarantella’: ma restano tutti in carcere

Notizia Precedente

‘Le lanterne delle fate, storie di nonne e nipoti’: il nuovo libro di Mirella D’Orsi

Prossima Notizia


Scrivi la tua opinione


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Ti potrebbe interessare..