gestione cautelare dei comuni
Foto di repertorio


I Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di 11 tra amministratori comunali e funzionari dei Comuni di Perito e Orria, nonché nei confronti di amministratori di note imprese cilentane.

I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Vallo della Lucania ad esito di indagini svolte dai Carabinieri con il coordinamento della Procura vallese. Dalle indagini, secondo gli investigatori, “è emersa una gestione familiaristico-clientelare della cosa pubblica da parte di pubblici amministratori e funzionari presso enti comunali, attuata senza considerare le più elementari norme giuridiche che governano la gestione degli appalti e l’assegnazione degli incarichi e dei servizi a imprese che hanno tratto profitto dal malsano sistema con vantaggi patrimoniali non dovuti e, soprattutto, non da poco”.

Nel caso di Perito sono ipotizzati i reati di frode nelle pubbliche forniture, peculato, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e abuso d’ufficio: nei confronti di 7 indagati sono stati disposti il divieto di esercitare imprese o uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese e l’interdizione per 6 mesi delle attività inerenti a tali ruoli. Turbata libertà degli incanti e turbata libertà di scelta del contraente sono i reati contestati nell’ambito del comune di Orria con affidamenti predeterminati di appalti a specifiche imprese e indicazioni atte a condizionare le previste modalità di scelta del contraente da parte della pubblica amministrazione. In questo caso sono scattati, a carico di 4 soggetti, provvedimenti di divieto di dimora e divieto di esercitare imprese o uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese con interdizione per 6 mesi dalle attività inerenti a tali ruoli.


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Chiedono soldi a un ragazzo minacciando di diffondere chat osè: 3 arresti

Notizia Precedente

Donna di 46 anni morta di covid al Cardarelli: aperta un’inchiesta

Prossima Notizia

Altro Cronaca


Ti potrebbe interessare..