Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Salerno

Ampliamento dell’aeroporto “Costa d’Amalfi”: soddisfatta la FILCA

Pubblicato

il



Si Conferma grande soddisfazione dopo la sentenza del TAR che dà il via libera all’opera di dell’ “Costa d’Amalfi”.

Nella giornata di oggi è arrivato, appunto, anche il commento del segretario nazionale e reggente FILCA Ottavio De Luca:
“Siamo certamente di fronte a una notizia positiva, soprattutto in questo periodo di forte crisi per molte attività lavorative sul territorio Salerno. Noi crediamo, che la realizzazione dello scalo, avrà un impatto lavorativo immediato, e poi  sarà un volano per tutta l’economia, grazie al flusso di viaggiatori , ed a tutte le attività che nasceranno di supporto allo scalo Salernitano”.  “Sono anni – continua De Luca – che chiediamo con forza l’avvio dei lavori, e sembra finalmente arrivato il momento di potere vedere in prospettiva una grande opportunità per tanti lavoratori e lavoratrici”.

I sindacati, nonostante la soddisfazione per le ultime notizie, aspettano con ansia i nuovi sviluppi: “Ovviamente, non basta avere solo il via libera del Tar – conclude il segretario nazionale FILCA – ora occorre avviare tutti gli iter burocratici per iniziare una cantierizzazione dell’opera, risposta e opportunità che tutti i lavoratori si aspettano dalle istituzioni in questo momento di enorme difficoltà sociale e sanitaria”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Salerno

Asl Salerno, “nessun tampone per gli addetti alle pulizie”. Proclamato lo sciopero

Pubblicato

il

Pubblicità'

asl salerno
Foto di repertorio
Pubblicità'

Mancata inclusione dei lavoratori delle ditte nell’ambito dei percorsi di screening per il rilevamento da infezioni da COVID-19 individuati dalla ASL Salerno per i suoi dipendenti. Proclamato lo stato di agitazione dai segretari provinciali FISASCAT CISL Prisco Fortino e Teresa Iannaco.

Nessun tampone per il personale di logistica e pulizia. Una condizione di “mancata sicurezza sul lavoro” che, a parere del sindacato è dovuta “solo a una questione di impegno economico sui costi degli esami e su chi tale onere deve gravare. In tutto questo i lavoratori vogliono sicurezza poiché il mancato rispetto delle norme e dei percorsi può gravemente minare la salute degli addetti, ma soprattutto degli utenti e di tutta la popolazione.”

“Spiace dover sottolineare – Si legge nel comunicato a firma FISASCAT – che l’assenza del manager Iervolino in questi giorni si è fatta sentire anche in considerazione che la sua provata esperienza di Direttore Sanitario avrebbe certamente evitato la maggior parte degli incidenti di percorso che abbiamo dovuto constatare. I lavoratori chiedono pari dignità e di essere inseriti nei percorsi di prevenzione come tutti gli altri dipendenti dell’ente, anche alla luce del fatto che operano gomito a gomito con gli stessi e quindi sottoposti agli stessi rischi per sé stessi e per gli altri. Chiediamo al Direttore Generale di intervenire sulla questione. D’altra parte è un medico e a tratti quando si parla con i dirigenti aziendali dell’ASL sembra essere anche l’unico.”

Un’attività di screening necessaria al fine di individuare eventuali contagi e scongiurare la nascita di eventuali focolai. I lavoratori “Devono essere messi in una condizione lavorativa di assoluta sicurezza sia per la committenza che per i propri cari. – Sottolineano dal sindacato, concludendo – se non ci sarà una soluzione celere alla questione gli operatori saranno costretti a non poter accedere ai reparti.”

Le Notizie più lette