reggia di caserta


Sono stati premiati per il lavoro svolto a servizio del pubblico i richiedenti asilo e rifugiati, coinvolti nel programma “Accolti Attivi”, attuato alla Reggia di Caserta.

I migranti, di eta’ compresa tra i 21 e i 47 anni, e provenienti da Costa D’Avorio, Gambia, Ghana, Guinea, Mali, Nigeria, Pakistan, Senegal, Somalia e Togo, hanno svolto tirocini formativi nel Parco Reale, imparando cosi’ il mestiere di giardiniere e contribuendo concretamente alla cura quotidiana degli estesi giardini. Il riconoscimento e’ arrivato nel corso di una cerimonia tenutasi alla Sala Incontri d’arte della Reggia di Caserta; ai migranti e’ stata consegnata la Medaglia della Riconoscenza Civica 2020, da parte della presidente dell’Associazione Premio GreenCare Benedetta de Falco.

LEGGI ANCHE  Tornano a salire i ricoveri Covid in Italia e il tasso di positivita' risale al 14,8%

Le medaglie sono andate anche all’Associazione dilettantistica sportiva Reggia Running, i cui membri hanno adottato un’area della Pineta del Parco Reale, impegnandosi nella cura con attivita’ di pulizia e piccola manutenzione del verde. “Dalla sinergia con le associazioni del territorio – ha affermato il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – sono nati due progetti che ho molto a cuore. Il nostro Parco Reale merita grande attenzione e queste forme di collaborazione sono esempi virtuosi di responsabilita’ condivisa e partecipazione alla cura, applicazioni concrete dei principi di sostenibilita’ dell’Agenda 2030”.




Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Covid: anziano muore dopo pellegrinaggio a S.Giovanni Rotondo

Notizia Precedente

Dopo il Covid il viaggio verso la rinascita: l’opera donata ai pazienti del Pascale

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..