Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica Campania

M5S Campania: ‘Rete Covid, coinvolgere subito i due Policlinici universitari’

Pubblicato

il

m5s campania rete covid


La richiesta a firma di senatori, deputati e consiglieri regionali della Campania in una nota inviata ai ministri della Salute e dell’Università e al governatore De Luca: “Sono dotati di mille posti letto, delle migliori professionalità e di spazi adeguati per la gestione dell’emergenza pandemica”

“E’ indispensabile potenziare la rete Covid in Campania, ma contestualmente va garantita la sopravvivenza di quanti ricorrono al sistema dell’emergenza e urgenza per patologie tempo-dipendenti. L’ esiguità dell’offerta esistente non consente di chiudere alcun pronto soccorso, eppure questa pare essere la strategia attualmente perseguita. Pertanto chiediamo che, coerentemente alle disposizioni dell’Unità di crisi regionale, i due Policlinici Universitari e siano interamente convertiti a Covid hospital. Strutture imponenti come le sedi dei due policlinici napoletani devono essere parte essenziale e protagonisti della gestione dell’emergenza per il loro livello di specializzazione, organizzazione e competenza”. E’ quanto si legge in una nota inviata al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a firma dei consiglieri regionali, dei senatori e dei deputati campani del Movimento 5 Stelle.
“In tutte le città di Italia – prosegue la nota – gli ospedali sede di insegnamento e ricerca sono mobilitati per la lotta contro il nuovo coronavirus. Con una disponibilità di oltre mille posti letto, i due policlinici Universitari dispongono di una intera cittadella ospedaliera, in zona prospiciente allo svincolo della Tangenziale, dove sono immediatamente reperibili professionalità, esperienza e spazi adeguati. Eppure non offrono un servizio di Pronto soccorso generalista e dunque la maggior parte delle attività cliniche sono a tutt’oggi bloccate dalle disposizioni regionali. Chiediamo pertanto di intraprendere ogni utile iniziativa – si legge a chiusura della richiesta dei parlamentari e dei consiglieri regionali M5S – affinché si attivino, presso la cittadella universitaria, servizi Covid dedicati di accettazione, ricovero, cura, follow up e riabilitazione, dotati di aree di assistenza di media complessità, sub intensiva ed intensiva, per garantire il diritto alla salute ai cittadini della nostra Regione”.
Continua a leggere
Pubblicità

Politica Campania

M5S: “Agriturismi, domande bonus respinte per mancato aggiornamento albo regionale”

Pubblicato

il

Pubblicità'

m5s agriturismi
Foto di repertorio
Pubblicità'

“Il mancato accoglimento di domande di ristoro da parte della Regione Campania a beneficio di molte aziende agrituristiche, che hanno pagato a caro prezzo gli effetti recessivi dell’emergenza pandemica, è dipeso dal mancato aggiornamento dell’albo regionale relativo agli operatori del settore.

E’ quanto abbiamo chiarito in queste ore, dopo aver interloquito con gli uffici preposti all’assegnazione dei bonus in questione. Dagli stessi uffici abbiamo ottenuto rassicurazioni che saranno prese nuovamente in esame tutte le pratiche, così da procedere all’accoglimento delle richieste e alla conseguente elargizione dei relativi contributi”. E’ quanto annunciano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello e Michele Cammarano, che annunciano la presentazione di una mozione in occasione della prossima seduta del Consiglio regionale “per impegnare la Giunta a velocizzare e sburocratizzare le procedure di aggiornamento dell’albo regionale degli operatori agrituristici.

“Il settore agrituristico della Campania è una risorsa enorme per l’economia regionale e per questo va salvaguardata. Parliamo di oltre 700 aziende nelle cinque province, con un fatturato annuo complessivo di circa 30 milioni, ma che per il 2020 si avvia a registrare perdite non inferiori al 40%. Alla giunta chiediamo il massimo impegno per evitare di mandare in default un comparto che va sostenuto e rilanciato”.

Le Notizie più lette