Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Cronaca Napoli

Napoli, il 20 corteo degli animalisti per protestare contro il poliziotto che ha ‘ucciso’ il cane: Nuovo video contro l’agente

Pubblicato

il

poliziotto uccide cane


Il Europeo ha annunciato un corteo per sabato, 20 luglio, da via Cesare Rosaroll alla sede della Questura di , per chiedere che l’agente che ha sparato al cane uccidendolo “venga punito ai sensi della normativa vigente”. Il gruppo su Facebook creato dopo la morte dei pitbull ha raggiunto 5mila persone.Non si placano quindi le proteste. Il  corteo del Europeo partirà da via Rosaroll, dove è avvenuta la sparatoria, e si sposterà fino a via Medina, sede della Questura di , per chiedere “che l’agente venga punito ai sensi della normativa vigente”.

https://www.facebook.com/nonmollaremailottaevinciinsiemeanoiasr/videos/2464249423810387/

 

Intanto, ha raggiunto circa 5100 membri il gruppo “Giustizia Per Il Povero Pitbull Sparato A ”, creato su Facebook il 12 luglio, quando si è saputo dell’episodio. Tra i numerosi post c’è chi carica i video girati durante l’operazione di polizia che ha portato alla morte del cane; la maggior parte accusa la polizia, sostenendo anche che non c’è stato nessun morso e che la foto che ritrae la caviglia ferita dell’agente sarebbe falsa, ma c’è anche qualcuno che prende le difese del poliziotto Stefania Caifa,presidente dell’associazione Meta Milano, che per prima ha sollevato il caso parla “di una super testimone” e che i poliziotti “oltre ad avere sparato in mezzo a dei civili hanno sbattuto contro un muro una signora dopo averla rincorsa per strapparle il telefono che stava riprendendo il tutto”. L’associazione presenterà anche una denuncia per aggressione contro il poliziotto. “Fate sapere a tutti- dice la Caiafa- che è inutile cancellare le prove dal social Fb perché i video sono stati scaricati”

Continua a leggere

PUBBLICITA

Calcio Napoli

Diego Maradona junior guarito dal covid e dimesso, vuole andare in Argentina al funerale del padre

Pubblicato

il

diego armando maradona junior

Diego Armando Maradona junior guarito dal covid e dimesso, vuole andare in Argentina i funerali del padre.

Diego Armando Maradona junior, figlio dell’ex calciatore argentino morto poche ore fa, è stato dimesso dall’ospedale infettivologico Cotugno di dove era ricoverato per Covid-19. Subito dopo aver saputo del decesso del padre dai media argentini, il figlio di Diego e di Cristiana Sinagra, avrebbe svolto tutte le procedure burocratiche obbligatorie in ospedale per uscire il prima possibile ed espresso ai medici la volontà di andare ai funerali in Argentina. Diego Jr nei giorni scorsi era stato colpito dal Covid, risultando positivo al tampone e sintomatico.

Continua a leggere

Le Notizie più lette