Latina. Ladro ucciso da un avvocato a Latina: la vittima era di Secondigliano. Domenico Bardi avrebbe compiuto 40 anni tra un mese, originario della zona di Secondigliano, quartiere di Napoli, si era introdotto nell’abitazione di via Palermo a Latina, ieri sera, con dei complici. E’ stato ucciso con due colpi all’emitorace dall’avvocato Francesco Palumbo, figlio del proprietario di casa, che accortosi della presenza dei ladri ha tirato fuori la pistola – regolarmente detenuta – e ha fatto fuoco. Secondo il medico legale Tommaso Cipriani che ha effettuato un esame esterno del cadavere di Bardi, il 40enne napoletano è stato colpito alle spalle da una distanza di almeno dieci metri. L’uomo è stato trovato riverso con la faccia a terra, indossava jeans, scarpe da tennis e un maglione scuro.
L’avvocato, indagato per eccesso colposo di legittima difesa, è stato ascoltato dagli agenti della Squadra Mobile di Latina che stanno seguendo le indagini.
Il professionista ha sostenuto di aver sparato perchè ha pensato che il ladro era armato. Secondo quanto emerso in queste ore, Domenico Bardi non era solo, con lui c’erano almeno altre due persone.
La vittima quando si è accorta di essere stata scoperta ha tentato di scappare, ma è stata colpita nei pressi di un albero in giardino.


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Si rompe una conduttura, Scafati senza acqua: disagi nelle scuole

Notizia Precedente

Droga e estorsioni in Penisola: finisce in cella Antonio Pasqua di Sorrento

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..