Camorra, era la ‘cassaforte’ di Zagaria in Romania: 16 anni di carcere per Nicola Inquieto

L’imprenditore, Nicola Inquieto, considerato il super manager del boss Michele Zagaria è stato condannato a 16 anni di carcere dal tribunale di Napoli Nord. E’ stata da poco letta la sentenza per Nicola Inquieto, di Casapesenna, considerato l’uomo chiave del boss Zagaria negli affari in Romania. Il processo a carico di Inquieto, estradato temporaneamente in Italia, si è celebrando negli […]

google news

L’imprenditore, Nicola Inquieto, considerato il super manager del boss Michele Zagaria è stato condannato a 16 anni di carcere dal tribunale di Napoli Nord. E’ stata da poco letta la sentenza per Nicola Inquieto, di Casapesenna, considerato l’uomo chiave del boss Zagaria negli affari in Romania. Il processo a carico di Inquieto, estradato temporaneamente in Italia, si è celebrando negli uffici giudiziari del tribunale di Napoli Nord proprio in attesa della fine del procedimento di primo grado anche se l’autorità rumena, in queste ore, ha concesso altri 60 giorni di proroga per poter attendere anche le motivazioni della sentenza. Per l’accusa l’imprenditore avrebbe partecipato al ‘business’ dei Casalesi fino al 2016 e, pertanto, la pubblica accusa ha anche avanzato una richiesta di confisca totale dei beni accolta in pieno dai giudici. La difesa di Inquieto, gli avvocati Stellato e Marino, hanno annunciato di ricorrere in appello  dopo aver letto le motivazioni della sentenza. La scorsa udienza i pm D’Alessio e Giordano hanno chiesto la condanna a 18 anni di carcere per Inquieto

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Narcos del clan Licciardi catturato in Germania

Il 51enne Sergio Nappa legato al clan Licciardi - Di Buono era ricercato dal 2014

Crimine ambientale, nessuna regione indenne

Allarme da Napoli in attesa del Forum internazionale sull’economia dei rifiuti e sul crimine ambientale

Un posto al sole anticipazioni, 30 settembre 2022: Nunzio, decisione drastica sul futuro di Chiara

Nunzio molla tutto e torna a Napoli? Chiara dovrà decidere se seguire o meno il compagno

Bancarotta fraudolenta: arrestati 3 imprenditori di Boscotrecase

Agli arresti domiciliari sono finiti i coniugi separati titolari della società "Il Barilotto srl" dichiarata fallita e di un loto prestanome. sequestrati beni per 4,7 milioni di euro

IN PRIMO PIANO

Pubblicita