Oltre agli ex vertici di Mps, nel processo milanese sono stati condannati anche Daniele Pirondini, ex direttore finanziario della banca , a 5 anni e 3 mesi, e Marco Di Santo, all’epoca dei fatti responsabile Alm (Asset lliabilities management e capital management) all’interno dell’area Tesoreria e Capital management, della banca senese, a 3 anni e 6 mesi. Gli altri imputati condannati sono sei tra manager ed ex manager di Deutsche Bank e due di Nomura. Per Deutsche Bank, sono stati condannati a 4 anni e otto mesi Ivor Scott Dunbar, coinvolto nelle vesti di managing director – co-head of Global capital markets della filiale di Londra, Michele Faissola, imputato in qualita’ di managing director – head of Global rates, e Michele Foresti, in qualita’ di managing director – head of Structured trading. A tre anni e sei mesi sono stati condannati Dario Schiraldi, in qualita’ di managing director – head of Europe sales, Matteo Angelo Vaghi, in qualita’ di managing director – head of Italian Sales, e Marco Veroni, in qualita’ di direttore – account manager di Db London in relazione al cliente Mps. Per quanto riguarda Nomura, sono stati condannati rispettivamente a 4 anni e 8 mesi Sadeq Sayeed, in qualita’ di ceo di Nomura International Plc London e a 3 anni e 5 mesi Raffaele Ricci, all’epoca dei fatti responsabile delle vendite per l’Europa e il Medio Oriente di Nomura.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati