Attualità Tecnologia

Inventato un “vetro” per smartphone che si ripara da solo

Alcuni ricercatori dell’Università della California,dopo una lunga ricerca sono riusciti ad inventare un materialec da utilizzare come schermo per lo smartphone in grado di rigenerarsi e ripararsi automaticamente. Questa sostanza è basata su materiali che a livello molecolare presentano interazioni ione-dipolo, ovvero quando il materiale si rompe, è in grado di ripararsi automaticamente grazie all’attrazione tra molecole, dovuta alla loro interazione. In aggiunta questo materiale ha anche la capacità di allungarsi, raggiungendo lunghezze pari a 50 volte quella originale.

Chao Wang, uno dei chimici a capo della ricerca, ha confermato che dopo aver tagliato in due una striscia composta di questo materiale, questa si è rigenerata nel giro di 24 ore, riattaccando insieme le due parti.

Però c’è da dire che tecnologie come questa esistono da tempo nel campo della ricerca scientifica, ma il materiale inventato dagli studiosi dell’Università della California è il primo in grado di condurre elettricità, il che lo rende particolarmente adatto ad essere utilizzato come schermo per smartphone e tablet.

Nell’immagine a sinistra c’è il materiale tagliato, mentre a destra dopo l’auto-riparazione

Il team che ha portato avanti il lavoro ha presentato oggi la ricerca all’American Chemical Society e Wang, a che ha guidato gli studi, prevede che questo nuovo materiale potrà essere utilizzato per gli smartphone dal 2020.



LINK SPONSORIZZATI











Cronachedellacampania.it una testata giornalistica on line registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7. Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata.
Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.
error: ATTENZIONE : CONTENUTO PROTETTO - CONTATTARE LA REDAZIONE PER INFORMAZIONI SULLA RIPRODUZIONE