Campania Castellammare di Stabia Cronaca Napoli Politica

Fincantieri, De Luca: “Se riusciamo a superare il parassitismo pseudo-sindacale e a liberarci dalla criminalità possiamo avere un ruolo”

Nella giornata di giovedì si è tenuto a Napoli un convegno sul Piano Triennale Operativo per i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. Tre città della Campania importanti per la loro storia e per la strategica posizione geografia. Un’ occasione per parlare anche e soprattutto del futuro della cantieristica nel sud Italia che, da anni ormai, vive una vera e propria crisi che vede gli operatori del settore costretti a licenziare operai e a ridurre organici, creando dei veri e propri disagi economici non solo alle famiglie ma alle economie di intere zone della regione. Pochi giorni fa a Castellammare di Stabia è stato varato un troncone di una nave ausiliaria della Marina Militare. E proprio sulla realizzazione di navi militari nella città della provincia di Napoli è intervenuto il Ministro Delrio, presente all’ incontro.

“Con il sistema portuale di Salerno e di Castellammare si stanno muovendo anche i cantieri. Ragioneremo su un programma di sviluppo di medio lungo periodo. Certamente De Luca ha ragione: va fatto questo programma”. Cosi’ il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, a margine di un pubblico confronto sul Piano operativo triennale 2017-2019 dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia, presso la Stazione Marittima di Napoli. “Ho gia’ incontrato Fincantieri – ha proseguito Delrio – che mi ha confermato di voler puntare su Castellammare. La convocheremo di nuovo”.

Non è mancato l’intervento del Presidente della Regione De Luca che ha incalzato la dose. “Abbiamo avuto discussioni con Fincantieri”. Lo ha detto il presidente Della Regione Campania Vincenzo De Luca durante l’iniziativa alla Stazione Marittima con il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio raccontando delle difficoltà riscontrate rispetto alle commesse ‘negate’ a Castellammare. “Se riusciamo a superare aree di parassitismo pseudo-sindacale e a liberare le zone dalla criminalità possiamo candidarci ad avere un ruolo – ha aggiunto – Non possiamo lavorare per la Caribbean ma possiamo lavorare sui traghetti. Castellammare non può subire contrattazioni snervanti, al, ministro dico di parlare di cosa vuole fare Fincantieri. Dobbiamo chiarirci con Fincantieri e capire che vuole fare, è una discussione che va avanti da molti anni per qualche gioco di prestigio fatto da Fincantieri. Non possiamo avere una grande tradizione cantieristica che resta appesa a un filo quindi al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti chiedo di sederci a un tavolo per decidere in modo da dare serenità, prospettive e futuro a tutti gli operatori che si muovono su territori”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, governatore campano, rivolgendosi al ministro, Graziano Delrio, in occasione di un convegno a Napoli sul Piano Triennale Operativo per i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. Si tratta di un piano grazie al quale “si stanno determinando opportunità di integrazione interessanti anche con Castellammare per la cantieristica” e rispetto a Fincantieri “una scelta va fatta – ha affermato il Presidente della Regione -: dobbiamo guardarci negli occhi e chiederci se almeno per quanto riguarda le grandi aziende pubbliche il Sud è un tema all’ordine del giorno oppure no. Se il Sud non è in grado di stare nelle logiche di mercato muore. Ma se riusciamo a garantire livelli di efficienza e produttività, superando vecchie incrostazioni, vizi pseudo sindacali, aree di parassitismo e ricatti e se liberiamo i territori da presenze camorristiche – ha precisato – abbiamo il diritto e il dovere di candidarci a essere luogo in cui attività rilevanti nel campo della cantieristica devono avere respiro”. Per Castellammare, lo sviluppo della cantieristica può partire “ad esempio con la scelta di concentrare lì la produzione dei traghetti: credo che così garantiamo un futuro produttivo non drogato o forzato ma in condizioni di assoluta efficienza”.

Ecco le parole, invece, del Sindaco di Castellammare di Stabia Antonio Pannullo. “Siamo soddisfatti che nel Piano triennale dell’Autorità Portuale siano state recepite le nostre istanze. Ovvero da una parte la destinazione crocieristica per medio calibro del porto di Castellammare e dall’altra l’interlocuzione Fincantieri, in questo quadro si inserisce sia la volontà del Presidente De Luca di sollecitare il Governo Nazionale ad adottare tutte le misure, anche di natura infrastrutturale, affinché il cantiere di Castellammare torni competitivo, al netto delle commesse che garantiscono lavoro fino al 2020. Insomma se il Governo punta sul Sud non può escludere il cantiere di Castellammare. Allo stesso tempo esprimiamo apprezzamento per l’impegno manifestato dal Ministro Delrio a convocare un tavolo con Regione, Fincantieri e Comune per accelerare questo percorso virtuoso”



LINK SPONSORIZZATI











Cronachedellacampania.it una testata giornalistica on line registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7. Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata.
Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.
error: ATTENZIONE : CONTENUTO PROTETTO - CONTATTARE LA REDAZIONE PER INFORMAZIONI SULLA RIPRODUZIONE