Politica Campania

Borrelli, Verdi: “La Sanità in Campania è devastata, ma nessuno si prende colpe e responsabilità”

“Io continuo a fare ispezioni a campione, di notte. Parlo con i pazienti e il personale medico. Controllo ogni volta che mi arriva una segnalazione. Ma il problema è la mancanza di responsabilità: perché le cose vengono sistemate solo dopo le denunce?”. Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale campano dei Verdi, è tornato a denunciare la malasanità in Campania a una settimana dalla foto scandalo di una paziente dell’ospedale San Paolo di Napoli a letto ricoperta di formiche. Questa volta a fare scalpore è la presenza, verificata da Borrelli in un’ispezione notturna, di scarafaggi e nugoli di zanzare all’ospedale San Giovanni Bosco del capoluogo campano.. E’ lo stesso politico regionale a spiegare cosa è accaduto:  “Mi era stata segnalata la presenza di zanzare nel nuovo pronto soccorso. Capita sempre più spesso che i cittadini mi contattino per raccontare di situazioni di disagio. In questo caso si tratta di locali dove non c’è aria condizionata: il caldo e l’umidità sono insopportabili, e gli insetti proliferano e quando sono arrivato sul posto le persone erano ricoverate in un caldo bestiale, con i parenti che facevano a gara a respingere le zanzare. Abbiamo individuato anche scarafaggi tra i medicinali. La situazione è inaccettabile. Non è possibile tollerare un tale livello di disattenzione nella gestione quotidiana”.La denuncia di Borrelli è forte anche se lo stesso riconosce come l’Asl sia corsa ai ripari: “In giornata sono arrivate le zanzariere e un tecnico per la manutenzione dell’impianto per l’aria condizionata. É stata anche avviata la bonifica dagli insetti degli acquitrini attorno all’ospedale. Ma com’è possibile che le cose si risolvano subito quando viene fatta una denuncia, altrimenti i problemi non si risolvono? Quello della deresponsabilizzazione dei direttori degli ospedali è un problema grave. Gestiscono le strutture e poi non è mai colpa loro? No, devono iniziare a prendersi le responsabilità. Io come consigliere regionale non dovrei occuparmi di formiche e scarafaggi, non dovrebbe essere necessario. Ma questo è solo il secondo problema. La sanità campana è commissariata da anni. A marzo si è addirittura dimesso il commissario e dopo tre mesi il ministro Lorenzin non ha ancora nominato nessuno. Il sistema sanitario campano è in stato di abbandono e la soluzione non si trova perché prevalgono le logiche politiche sull’interesse della collettività. Così, per esempio, 14mila persone sono andate in pensione negli ultimi 9 anni e finora sono stati fatti solo contratti interinali. Serve un concorso, ma non si può fare se non arriva un commissario.Per quanto mi riguarda continuerò a fare ispezioni ì finché le cose non miglioreranno. La sanità campana è devastata, mentre abbiamo diritto a una sanità efficiente. Per questo continuerò a stare con il fiato sul collo”.


LINK SPONSORIZZATI






Cronachedellacampania.it una testata giornalistica on line registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7. Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata.
Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.
error: ATTENZIONE : CONTENUTO PROTETTO - CONTATTARE LA REDAZIONE PER INFORMAZIONI SULLA RIPRODUZIONE