Napoli e Provincia Politica

Arzano, il Pd denuncia: “La candidata Esposito come Lauro, pesche e mele in regalo agli elettori”

Arzano – Campagna elettorale nel vivo, il commissario cittadino del Pd Antonio Amato scrive al Prefetto: utilizzato il “Metodo Laurino su beni confiscati alla camorra”. La manifestazione di domani organizzata dalla coalizione di Fiorella Esposito finisce nel mirino. Pesche e mele a rischio stop.  “ Apprendo da Facebook che la candidata a sindaco di Arzano Fiorella Esposito domenica 18 assieme a componenti della propria coalizione, distribuisce frutta proveniente dalle terre confiscate alla camorra. Spero sia una bufala, ma se così non fosse mi chiedo come sia possibile utilizzare i beni confiscati per fare campagna elettorale.  I beni confiscati vengono assegnati dalla competente Agenzia Nazionale ai comuni per attività istituzionali e dai comuni, con appositi bandi alle associazioni per finalità sociali o per promuovere economia legale e dunque lavoro e sviluppo “sano” del territorio”, scrive il commissario. “Per arrivare alla normativa attuale che prevede la sottrazione alla mafia e alla camorra la confisca di ricchezze ottenute in modo malavitoso sulla pelle delle comunità, ci sono voluti anni di lotte che hanno visto anche vittime…Tutto questo lo dobbiamo, soprattutto, al grande impegno di “Libera” e alla efficace attività delle Forze dell’odine e della Magistratura per i significativi risultati circa le confische di beni e capitali dei camorristi. I beni gestiti dalle associazioni per attività sociali vengono sostenuti anche con contributi pubblici e con la vendita di prodotti ricavati o l’offerta di servizi di natura sociale che vedono l’impegno e il lavoro di tanti volontari e operatori. Rispetto a tanto, sono convinto che Libera e le Autorità preposte non possano minimamente tollerare che i prodotti ricavati dalle terre confiscate vengano considerati come “cose di parte” e peggio ancora strumentalizzati per propaganda elettorale. Tra l’altro assistiamo ad un ritorno di un “metodo Laurino” con l’aggravante che Lauro distribuiva i pacchi di pasta, questi distribuiscono i prodotti dei beni confiscati  alla camorra”. 

Ciro Bene

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



LINK SPONSORIZZATI











Cronachedellacampania.it una testata giornalistica on line registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7. Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata.
Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.
error: ATTENZIONE : CONTENUTO PROTETTO - CONTATTARE LA REDAZIONE PER INFORMAZIONI SULLA RIPRODUZIONE