Il vescovo di Napoli ai sacerdoti: “Stare con chi soffre”

Il vescovo di Napoli, Mimmo Battaglia scrive una lettera ai sacerdoti e li invita a stare con chi soffre. “La Chiesa sta sempre con chi soffre, chi vive nel disagio e nella poverta’, con le famiglie che sono in profonda difficolta’ per mancanza di lavoro e di risorse economiche”. Lo ha scritto, in una lettera […]

google news
vescovo di napoli
Foto archivio

Il vescovo di Napoli, Mimmo Battaglia scrive una lettera ai sacerdoti e li invita a stare con chi soffre.

“La Chiesa sta sempre con chi soffre, chi vive nel disagio e nella poverta’, con le famiglie che sono in profonda difficolta’ per mancanza di lavoro e di risorse economiche”. Lo ha scritto, in una lettera indirizzata ai sacerdoti della diocesi, l’arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia.

“Vi chiedo di riposare – ha scritto don Mimmo ai sacerdoti – per poi riprendere il cammino pastorale e con esso quello sinodale con il cuore rivolto alla Vetta ma con lo sguardo e la mano tesi verso il fratello e la sorella che stanno camminando con noi. Seguire Cristo e amare come Lui ci ha insegnato. Questa e’ la cosa essenziale e necessaria, l’orizzonte nel quale dobbiamo sempre ritrovarci tra noi e con le persone che ci sono affidate”.

Don Mimmo Battaglia, Arcivescovo Metropolita di Napoli, da qualche giorno si trova in provincia di Catanzaro, a casa della mamma, per vivere in famiglia un tempo di riposo e di preghiera.

E’ partito dopo aver celebrato in Cattedrale la Santa Messa nella Solennita’ dell’Assunzione di Maria al Cielo, alla quale dobbiamo sempre rivolgere il nostro sguardo – ha detto don Mimmo – capaci di stare sempre dalla parte della vita ed essere testimoni di speranza.

Anche in tale circostanza, l’Arcivescovo ha rivolto un pensiero di vicinanza e un augurio di serenita’ agli ammalati, alle persone sole, ai poveri e a quanti sono rimasti in citta’ non avendo i mezzi per una vacanza. Nel contempo, ha indirizzato parole di benvenuto e augurando buon soggiorno ai turisti, italiani e stranieri, venuti ad ammirare la bellezza di Napoli.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Risse in strada: 9 provvedimenti di divieto di accesso ai pubblici esercizi.

La decisione del Questore di Napoli riguarda persone, tra i 18 e i 60 anni, originarie di Napoli, Casandrino e Frattamaggiore.

Polizia campagna itinerante ‘Una vita da social’ parte da Gragnano

Appuntamento domani con la presenza del ministro dell'Istruzione Bianchi

Un posto al sole anticipazioni, 4 ottobre 2022: il processo di Chiara

Un posto al sole anticipazioni - Nuovo appuntamento con la soap opera ambientata a Napoli questa sera, 4 ottobre 2022, alle 20.50 circa su...

Scippi a Napoli: città prima in Italia, Milano in testa per furti

 Ma secondo la classifica del Sole 24ore il capoluogo lombardo è la città più pericolosa d'Italia

IN PRIMO PIANO

Pubblicita